Nuoro. La Riabilitazione rimarrà un struttura complessa? Medici diffidenti

Sonia

Nuoro. La Riabilitazione rimarrà un struttura complessa? Medici diffidenti

martedì 24 Gennaio 2023 - 10:10
Nuoro. La Riabilitazione rimarrà un struttura complessa? Medici diffidenti

L'ospedale San Francesco e, nel riquadro, Paolo Cannas

In questi giorni ufficiosamente è stato ribadito  che la Riabilitazione rimarrà una struttura complessa. Una notizia comunque che non rincuora né sindaci del territorio né medici.

In particolare la CISL Medici Nuoro chiede alla Giunta Regionale di non declassare -come paventato nella conferenza sociosanitaria in provincia che aveva per tema l’atto aziendale- tutte le strutture complesse del San Francesco ovvero oltre Riabilitazione, Dermatologia e Psicologia (APPROFONDISCI).

«Condividiamo la posizione dei sindaci della conferenza e nel cercare di evitare il declassamento soprattutto in un momento in cui i medici del SSN sono stati annichiliti dalle politiche di risparmio (contrazione delle strutture, blocco del turnover, riduzione dei posti letto) e manifestano grave disaffezione verso lo stesso SSN, appare gravissimo che si continui col declassamento delle strutture e non si faccia tesoro degli errori del passato» dicono e aggiungono: «Considerando il dispendio di risorse senza prospettiva rivolto alle società interinali e ai medici in affitto e l’ingente finanziamento alle strutture private (Mater Olbia), appare un errore madornale, quello di continuare con le azioni di risparmio più che decennali, verso il sistema sanitario nazionale che invece necessita di un incremento di assegnazione delle risorse finanziarie».

La Cisl Medici sostiene che proprio l’ingiustificata omessa indizione dei concorsi per direttore di struttura complessa, sia uno dei fattori causali dell’impoverimento delle risorse umane delle strutture aziendali, fungendo la presenza del direttore come fattore di attrazione professionale per tutta l’equipe.

Con la finalità di evitare in prospettiva, gravi ripercussioni per i cittadini utenti, la Cisl di Nuoro chiede pertanto alla Giunta Regionale la necessaria deroga che consenta di andare oltre il numero di 50 Strutture Complesse previsto per l’Asl di Nuoro, in modo di consentire anche il mantenimento di tutte le attuali. Sollecita, inoltre, l’espletamento dei concorsi per direttore di struttura complessa, nelle unità operative vacanti.

Sostieni l'informazione libera e indipendente di Cronache Nuoresi

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta