domenica 27 settembre 2020, Aggiornato alle 22:18
Home > CRONACA, POLITICA E ATTUALITÀ > Truffa ai danni dello Stato per 70mila euro: denuncia e sequestro dei beni per un imprenditore

Truffa ai danni dello Stato per 70mila euro: denuncia e sequestro dei beni per un imprenditore

Sarebbero almeno 180 i giovani (nati nel 1998) che hanno acquistato dal protagonista della vicenda personal computer, telefoni cellulari e apparecchi elettronici vari al posto dei beni e dei servizi consentiti dalla normativa del Ministero dei Beni, delle Attività Culturali e del Turismo nell’ambito del Bonus Cultura “18App”, al posto di libri, ingressi a musei, mostre ed eventi culturali, monumenti, gallerie, aree archeologiche, corsi di musica e di teatro.

L’uomo, che avrebbe intascato indebitamente i contributi dallo Stato, è stato denunciato dalle Fiamme Gialle di Arbatax, nell’ambito delle indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Lanusei. Nei suoi confronti, inoltre, è stato disposto il sequestro preventivo finalizzato alla confisca di beni immobili e disponibilità finanziarie dell’imprenditore, sino al raggiungimento dell’intero ammontare indebitamente percepito per un valore complessivo pari ad oltre € 70.000,00.

Gli studenti che hanno utilizzato indebitamente il bonus cultura per l’acquisto di un bene non compreso tra quelli previsti dalla normativa in questione, si sono resi responsabili di un illecito amministrativo punito dal Codice Penale con una sanzione amministrativa pari all’ammontare del contributo speso.

© Tutti i diritti riservati

Lascia un commento

error:
× CONTATTACI