venerdì 7 agosto 2020, Aggiornato alle 22:40
Home > CRONACA, POLITICA E ATTUALITÀ > Coronavirus. Pd: ” turistico nautico in affanno e dimenticato dalla Regione”

Coronavirus. Pd: ” turistico nautico in affanno e dimenticato dalla Regione”

Mare di Sardegna (foto Cristian Mele)
Mare di Sardegna (foto Cristian Mele)

 

«Un settore eterogeneo, quello del turismo nautico, messo in ginocchio e spesso dimenticato dalle istituzioni, che di fatto lo escludono dagli strumenti di incentivazione e supporto messi in campo a favore delle imprese del comparto turistico per superare la crisi dell’emergenza Covid 19, in quanto non rientranti nei macro codici ATECO considerati rappresentativi della filiera turistica».

È questo l’appello lanciato dai consiglieri regionali del Partito Democratico, che hanno avanzato una mozione, primo firmatario Giuseppe Meloni, con la quale si raccolgono le istanze del mondo della nautica che offre servizi turistici e propone alla Giunta azioni specifiche di supporto alle singole categorie.

Si tratta di servizi importanti per l’offerta turistica regionale in mancanza dei quali sarebbe difficile vendere il prodotto Sardegna, in quanto i turisti non avrebbero modo di fruire delle nostre coste.

«È importante ricordare che molte di queste aziende sono anche a gestione familiare e l’azienda costituisce l’unico reddito dell’intero nucleo. Non è quindi solo un problema economico. È anche un problema sociale», precisa il Gruppo PD.

«Inoltre, in queste imprese sono impiegate maestranze altamente specializzate che hanno conseguito diverse certificazioni professionali per poter lavorare. È fondamentale tutelare questi lavoratori perché la loro professionalità sarà il punto di forza per guidare la ripartenza del settore – aggiungono gli esponenti del Partito Democratico- chiediamo alla Giunta di considerare queste imprese come imprese turistiche e di includerle negli strumenti di sostegno al settore».

«La classificazione delle attività economiche ATECO è una tipologia di classificazione adottata a livello nazionale per garantire uniformità di applicazione nelle rilevazioni di carattere economico, ma che non può utilizzarsi in modo automatico senza una valutazione puntuale della situazioni specifiche perché rischia, come in questo caso, di non riuscire ad essere rappresentativa delle tipicità locali di un tessuto di micro e piccole imprese che, nei vari angoli di Sardegna, ha nel tempo saputo cogliere le diverse opportunità del mercato» concludono i consiglieri regionali del PD.

© Tutti i diritti riservati

Lascia un commento

error: Content is protected !!