martedì 20 ottobre 2020, Aggiornato alle 10:26
Home > DALL'ITALIA E DAL MONDO > Coronavirus. Italia: stabile la curva dei contagi

Coronavirus. Italia: stabile la curva dei contagi

Il bollettino della Protezione civile, come di consueto, è stato diramato alle 18, con i dati su contagiati, malati, morti e guariti. Intanto in questo clima continua il dibattito sulla fase 2 (e pure sulla fase 3 che verrà). Il tema delle mascherine resta al centro dell’attenzione (Arcuri avverte: “Punire chi specula”) e pure quello delle ordinanze delle singole Regioni, con il ministro Boccia che fa sapere: “Siano coerenti o impugno”.

Sale a 203.591 il numero totale degli italiani colpiti dal virus dall’inizio dell’epidemia, con un aumento di 2.086 unità su ieri: dato stabile (ieri l’aumento era stato di 2.091), ma che fa registrare oggi più tamponi di ieri (63.827 contro 57.272), e un rapporto positivi/tamponi che scende al 3,2%, il più basso dall’inizio dell’epidemia. I guariti sono 2.311 (ieri 2.317), per un totale di 71.252, mentre il numero dei decessi scende a 323 (ieri 382), portando il computo delle vittime a 27.682. Per effetto di questi dati, cala ulteriormente il numero delle persone attualmente positive, 548 in meno oggi, con il totale che scende a 104.657. Si conferma il trend in calo dei ricoveri: quelli in regime ordinario sono scesi di 513 unità (19.210, da due giorni tornati sotto la soglia psicologica dei 20.000), mentre le terapie intensive calano di 68 unità, per un totale di 1.795 (solo tre settimane fa si superavano i 4.000 posti letto occupati). Infine, le persone in isolamento domiciliare sono 83.652.

Lascia un commento

error:
× CONTATTACI