sabato 4 luglio 2020, Aggiornato alle 18:43
Home > NUORO > Ancora miasmi dal centro compostaggio dei rifiuti umidi di Prato Sardo. Il consigliere Fadda: “Il comune deve intervenire”

Ancora miasmi dal centro compostaggio dei rifiuti umidi di Prato Sardo. Il consigliere Fadda: “Il comune deve intervenire”

Il Centro di Compostaggio di Prato Sardo
Il Centro di Compostaggio di Prato Sardo

Continuano le esalazioni  che arrivano dallo stabilimento di compostaggio  di Prato Sardo; lo smaltimento dei rifiuti umidi sprigiona ancora miasmi irrespirabili sopratutto per gli operatori addetti, propagandosi in tutta la zona industriale ed in giornate particolari fino al centro commerciale ed alcune zone di Città Giardino. Una situazione cristallizzata negli anni, per la quale operatori della zona  industriale e associazioni ambientaliste si sono lamentati non ottenendo mai risposte concrete dall’Amministrazione comunale (APPROFONDISCI)

Paolo Fadda, consigliere comunale di Uniti per Nuoro ha depositato i giorni scorsi un’interrogazione al Sindaco Andrea Soddu: «Il Primo Cittadino – ha spiegato – è i primo responsabile della tutela della salute dei cittadini e l’Amministrazione comunale deve farsi garante della tutela del tessuto socio-economico della città; il Comune deve diventare cabina di regia nello stimolare gli attori coinvolti (Provincia e Azienda per la Tutela della salute) ed al tempo stesso cassa di risonanza di questo allarme per gli operatori della zona industriale, prima che diventi emergenza sanitaria. Il rischio è far sprofondare nel baratro una zona industriale che già per sua natura è caratterizzata da difficoltà enormi».

 

1 Response

  1. Teresa

    Quando i coltivatori portano nei loro terreni questo compost da Prato Sardo per concimare il terreno, l’odore è abominevole! Da far star male le persone ed inoltre richiama in modo abnorme mosche e mosconi. Terribile! Da chiamare la sanità, i vigili e ogni ente competente.

Lascia un commento

error: Content is protected !!