sabato 4 luglio 2020, Aggiornato alle 20:38
Home > CRONACA, POLITICA E ATTUALITÀ > Sparò ai familiari per l’eredità ferendo il cognato: 8 anni per tentato omicidio

Sparò ai familiari per l’eredità ferendo il cognato: 8 anni per tentato omicidio

Nuoro, uno scorcio del Tribunale (foto S.Novellu)
Nuoro, uno scorcio del Tribunale in via Leonardo Da Vinci (foto S.Novellu)

 

Otto anni di reclusione per tentato omicidio plurimo e interdizione perpetua dai pubblici uffici. È la sentenza del tribunale di Nuoro, nei confronti di Giuseppe Cambone, il 68enne di Irgoli che il 15 gennaio del 2018 in paese tentò di uccidere con cinque fucilate, sorella, nipote e cognato, colpendo solo quest’ultimo di striscio (APPROFONDISCI).

L’imputato – assente in aula – dovrà anche pagare una provvisionale di 20mila euro a ciascuna delle parti civili, rappresentate dagli avvocati Giovanni Colli e Francesco Mossa.

La condanna inflitta dopo un’ora di camera di consiglio, è più lieve rispetto ai 12 anni di carcere sollecitati dal Pm Ireno Satta. Ma il giudice ha escluso la premeditazione e ha riconosciuto le attenuanti generiche equivalenti alle aggravanti.

«È una sentenza che riconosce appieno l’ipotesi accusatoria del tentato omicidio, confermando la nostra ricostruzione dei fatti”, commenta all’avvocato Giovanni Colli. I difensori dell’imputato aspettano di leggere le motivazione del verdetto per decidere se andare in appello».

© Tutti i diritti riservati

Lascia un commento

error: Content is protected !!