mercoledì 13 novembre 2019, Aggiornato alle 12:35
Home > CRONACA REGIONALE > Rischio alluvioni: 47 i Comuni sardi che non hanno un piano sicurezza

Rischio alluvioni: 47 i Comuni sardi che non hanno un piano sicurezza

temporali
temporali

 

«Dobbiamo andare oltre ai temi che riguardano la pura e semplice operatività durante le fasi dell’emergenza e iniziare a parlare di prevenzione. Ciò che vogliamo creare con i Comuni, sul territorio, è una squadra dove non ci siano rimbalzi di responsabilità tra i vertici e la periferia, ma l’unico obiettivo di proteggere vite umane». Lo ha dichiarato l’assessore regionale dell’Ambiente, Gianni Lampis, intervenuto al convegno sulla prevenzione da rischio idraulico e idrogeologico nell’ambito di Proterina-3 Évolution, progetto del programma Interreg Italia-Francia Marittimo 2014-2020, finanziato con 6 milioni di euro, di cui oltre 5 milioni dal Fondo europeo di sviluppo regionale (Fesr).

Sui quarantasette Comuni della Sardegna che ancora non hanno adottato un piano di protezione civile, l’esponente della Giunta Solinas ha ribadito la necessità di sensibilizzare i sindaci e ha annunciato, sul tema, un incontro con il prefetto di Cagliari in programma per giovedì 16 ottobre.

Presenti all’incontro i rappresentanti delle istituzioni aderenti al programma e delle istituzioni locali. Su Proterina-3 Évolution la Regione è in campo con le direzioni generali della Protezione civile e del Distretto idrografico della Sardegna.

Tra le iniziative avviate nell’Isola nell’ambito del programma, il progetto pilota per la realizzazione del modello di intervento di protezione civile intercomunale nelle unioni dei Comuni del Sarrabus e del Gerrei;  modello che verrà testato nel corso della grande esercitazione di oggi.

Lascia un commento