lunedì 14 ottobre 2019, Aggiornato alle 11:36
Home > IN BREVE > Da ottobre parte il servizio sperimentale del ritiro porta a porta degli abiti usati

Da ottobre parte il servizio sperimentale del ritiro porta a porta degli abiti usati

«Visto il successo riscosso dai contenitori per la raccolta degli indumenti usati sono lieta di comunicarvi che, in accordo con la ditta che gestisce tale servizio, lo stesso verrà potenziato con l’attivazione in via sperimentale del ritiro porta a porta che verrà svolto, previo appuntamento telefonico al numero 392.7546086, l’ultimo venerdì di ogni mese, già a partire da Ottobre» lo annuncia l’assessore comunale all’Igiene Urbano Rachele Piras

I servizio di raccolta degli indumenti usati e dei materiali tessili, sia con i contenitori stradali sia con il servizio sperimentale porta a porta, consente di conferire, purché ancora riutilizzabili, abbigliamento usato, scarpe appaiate, borse, cinture, abiti da lavoro, guanti, coperte, biancheria per la casa e tendaggi, pupazzi in stoffa.

Materiali tessili unti o eccessivamente sporchi o scarpe inutilizzabili, non essendo purtroppo recuperabili, sono da ritenersi secco indifferenziato.

Sono altresì esclusi dal conferimento materassi, materassini, guanciali, cuscini o altri materiali diversi da quelli sopra elencati che,  il Comune, possono essere conferiti presso gli ecocentri di Pratosardo e Funtana Buddia con i rifiuti ingombranti.

Lascia un commento