domenica 20 ottobre 2019, Aggiornato alle 22:40
Home > CRONACA, POLITICA E ATTUALITÀ > Casette d’acqua a Tortolì e Arbatax per ridurre la plastica: presto bottiglie di vetro

Casette d’acqua a Tortolì e Arbatax per ridurre la plastica: presto bottiglie di vetro

Nuoro,il pannello di gestione della

 

Casette dell’acqua alleate dell’ambiente a Tortolì e ad Arbatax per ottimizzare e valorizzare l’acqua potabile dell’acquedotto pubblico e ridurre i rifiuti di plastica prodotti con le bottiglie acquistate.

È l’investimento del comune di Tortolì che da anni utilizza gli erogatori pubblici installati nel 2015 e che da alcuni mesi ne ha affidato la gestione attraverso un bando a una ditta di Lanusei, che ora si occupa del servizio.

«Gli utenti possano acquistare l’acqua microfiltrata, sia naturale che gassata, con l’utilizzo della card elettronica o delle monete nella gettoniera – spiega Walter Cattari, assessore comunale all’Ambiente – Incoraggiando il consumo dell’acqua potabile fornita dall’acquedotto comunale, intendiamo limitare il consumo delle bottiglie di plastica nonché aiutare le famiglie a risparmiare. L’acqua è costantemente monitorata attraverso analisi chimico-fisiche e microbiologiche e vanta risultati eccellenti, superiori a quelli dell’acqua in bottiglia».

«Le analisi vengono eseguite periodicamente e sono esposte all’esterno delle casette in modo che i consumatori possano essere costantemente informati sulla qualità dell’acqua – racconta il titolare della ditta di gestione, Martin Aresu – Spero di poter proporre presto come servizio anche le bottiglie in vetro così da limitare ulteriormente l’utilizzo della plastica».

Lascia un commento