martedì 15 ottobre 2019, Aggiornato alle 12:52
Home > CRONACA REGIONALE > Agguato a Genoni. Autopsia rivela: Vinci morto dissanguato

Agguato a Genoni. Autopsia rivela: Vinci morto dissanguato

Carabinieri sul luogo dell'omicidio
Carabinieri sul luogo dell'omicidio

Roberto Vinci, 48 anni, ucciso nell’agguato tesogli nelle campagne di Genoi, è morto dissanguato a causa delle  ferite causate dai pallettoni che lo hanno colpito ad un braccio e ad una gamba. Confermate dunque le due fucilate, sparate con ogni probabilità da un unico killer. Quella fatale l’ha colpito al braccio sinistro, lesionando importanti vasi sanguigni:  Vinci è deceduto dopo quasi sei ore di agonia (APPROFONDISCI).

È quanto stabilito dall’autopsia, durata oltre otto ore ed eseguita dal medico legale Roberto Demontis che, con il suo team, ha effettuato l’accertamento nella camera mortuaria dell’ospedale Brotzu di Cagliari. Il docente della cattedra di medicina legale dell’Università di Cagliari è stato incaricato dalla pm Nicoletta Mari e potrebbe consegnare la sua consulenza già nel giro di poche settimane.

C’è grande riserbo sull’autopsia, visto che alcuni elementi emersi durante l’accertamento potrebbero essere importanti ai fini investigativi.

© Tutti i diritti riservati

Lascia un commento