domenica 25 agosto 2019, Aggiornato alle 16:01
Home > CRONACA, POLITICA E ATTUALITÀ > Intimidazioni. Una bara con minacce al vicesindaco sul muro del cimitero di Lotzorai

Intimidazioni. Una bara con minacce al vicesindaco sul muro del cimitero di Lotzorai

Il Municipio di Lotzorai
Il Municipio di Lotzorai

 

Una bara con il nome del vicesindaco e una data: 15 agosto 2019.

Ancora intimidazioni ai danni degli amministratori locali della Sardegna. Questa volta nel mirino è finito il vicesindaco del Comune di Lotzorai, in Ogliastra, Esquilino Cinus.

Ignoti, nella notte tra sabato e domenica, hanno disegnato un feretro con una vernice spray, e accanto il suo nome, sul muro perimetrale del cimitero. Le scritte sono state già cancellate, e questa mattina Cinus si è presentato dai carabinieri della stazione di Santa Maria Navarrese per sporgere formale denuncia.

È il quarto episodio del genere nelle ultime settimane. Prima del vicesindaco di Lotzorai erano stati bersaglio di intimidazioni i primi cittadini di Cardedu, Matteo Piras (auto bruciata), e di Girasole, Matteo Congiu (molotov davanti all’abitazione), e il vicesindaco di San Teodoro, Alberto Melinu (lettera di minacce).

Lascia un commento