mercoledì 20 novembre 2019, Aggiornato alle 19:19
Home > BARONIA > Orosei. Sanzioni e rimozione immediata delle barche dal molo: il provvedimento della Capitaneria

Orosei. Sanzioni e rimozione immediata delle barche dal molo: il provvedimento della Capitaneria

Due delle imbarcazioni sanzionate al molo di Orosei
Due delle imbarcazioni sanzionate al molo di Orosei

Sanzioni importanti e in più le spese della rimozione immediata delle imbarcazioni ormeggiate al molo di Orosei; la rimozione, inoltre, deve avvenire da Cala Gonone o dalla Caletta di Siniscola.

Questo in sintesi, il risultato del provvedimento attuato oggi dalla Capitaneria di porto di Olbia, Carabinieri della Compagnia di Siniscola e Polizia locale sulle imbarcazioni ormeggiate al molo della marina di Orosei,

Si tratta di 37 tra natanti e imbarcazioni da diporto rimossi (due sono ancora in situ per mancanza di gru), appartenenti in totale a 27 persone, con sanzioni penali in molti casi superiori ai mille euro, per violazione dell’ordinanza 53/2018 che vieta l’ormeggio in quel punto in quanto non è un porto, più due sanzioni amministrative da 250 ai 500 euro.

La Capitaneria di porto, sentita in proposito, non rilascia dichiarazioni dal momento che sulla vicenda è in corso un’inchiesta della Procura della Repubblica.

«Questo lo dobbiamo a chi amministra la nostra bellissima comunità! A inizio mandato dissero che entro tre anni avrebbero iniziato i lavori per il porto, che a inizio stagione sarebbero state delle banchine galleggianti… ma a oggi cosa ne è stato di tutto questo?» così racconta il proprietario dei uno dei natanti sanzionati.

Naturalmente il provvedimento non tocca solo i proprietari delle imbarcazioni e le relative attività ma tutto l’indotto generato dal traffico marittimo, ovvero negozi di attrezzatura da pesca, i rimessaggi, le assicurazioni etc.

© Tutti i diritti riservati

Lascia un commento