lunedì 11 novembre 2019, Aggiornato alle 19:53
Home > BARONIA > Budoni. Inchiesta sui maltrattamenti nella scuola materna: le accuse da cinque famiglie

Budoni. Inchiesta sui maltrattamenti nella scuola materna: le accuse da cinque famiglie

Urla, parolacce, pugni sbattuti sul tavolo, scappellotti: sarebbero alcuni dei maltrattamenti documentati dalle telecamere installate dagli inquirenti nella scuola dell’infanzia di Budoni, al centro dell’inchiesta della Procura di Nuoro.

Sarebbero almeno cinque le querele presentate da parte dei genitori degli alunni di 5 anni contro diverse maestre, due delle quali risultano già indagate, con la richiesta del PM di interdizione temporanea dall’attività didattica.

Il GiIP di Nuoro la dispone ma poi la revoca pochi giorni dopo al termine dell’interrogatorio di garanzie delle due maestre. Stando alle accuse, le violenze sui bimbi sarebbero state fisiche e psicologiche e una volta a casa i bambini si sarebbero chiusi nel mutismo. A un bimbo in particolare veniva persino impedito di andare in bagno e di bere l’acqua e sarebbe stato isolato. Lo avrebbe riferito il padre del piccolo ai militari, un nordafricano che vive e lavora a Budoni.

L’inchiesta comincia a prendere forma nel gennaio scorso quando una coppia di genitori si presenta alla stazione dei Carabinieri di Budoni con il sospetto che il bambino venga maltrattato. Così la Procura autorizza l’installazione delle telecamere nella scuola e giorno dopo giorno iniziano ad arrivare le conferme dei maltrattamenti.

Le maestre avevano ridimensionato tutto nel corso dell’interrogatorio di garanzia e l’interdizione era stata revocata. Ora si attende il responso del tribunale del riesame a cui è ricorsa la Procura dopo la revoca. Tribunale che dovrebbe pronunciarsi ai primi di settembre.

Lascia un commento