domenica 25 agosto 2019, Aggiornato alle 16:01
Home > CRONACA REGIONALE > Guerra del latte. 40mila euro i danni arrecati nell’assalto di Torralba

Guerra del latte. 40mila euro i danni arrecati nell’assalto di Torralba

L'autocisterna data alle fiamme nel Saasarese
L'autocisterna data alle fiamme nel Saasarese

 

Lo hanno costretto a fermarsi, poi, puntandogli il fucile in testa  gli hanno fatto togliere le scarpe e levato il telefono; lo hanno fatto sdraiare a terra e sono fuggiti con l’autocisterna con oltre 2mila litri di latte.

Dopo un chilometro, hanno bruciato il mezzo e successivamente si sono dileguati. A un giorno sull’accordo del prezzo del latte raggiunto ieri a Sassari tra pastori e industriali per ben 74 centesimi, questa mattina, poco prima delle otto in aperta campagna nel territorio di Torralba, si è consumato il quarto assalto armato: Il primo episodio si è registrato il 24 febbraio a Orune, il secondo a Nule e il 6 marzo a Irgoli.

Mario Dore di Ittiri è l’autista che ha subito l’attentato da una banda composta da due malviventi incappucciati e armati di pistole e fucili, i quali, non si esclude l’ipotesi, siano sempre gli stessi che con la stessa dinamica, da circa un mese ormai, boicottano i trasporti del latte verso i caseifici.

L’autocisterna assaltata questa mattina in pieno stile far west, si stava dirigendo verso il caseificio Pinna di Thiesi, uno dei principali contestati dal Movimento dei pastori durante la guerra del latte. Gli addetti del settore però escludono ogni legame tra la protesta e gli assalti. Prende le distanze anche Coldiretti che con un comunicato stampa condanna il gesto come un atto criminale violento e vile “che indebolisce la giusta battaglia dei pastori per dare dignità al proprio lavoro e salvare i 12mila allevamenti di pecore della Sardegna”.

Intanto l’assalto di questa mattina è costato all’autotrasportatore intorno ai 40mila euro di danni e la beffa è stata che per spegnere le ultime fiamme che hanno avvolto il mezzo è stato utilizzato il latte che l’uomo aveva caricato questa mattina.

© Tutti i diritti riservati

 

Lascia un commento