domenica 21 luglio 2019, Aggiornato alle 18:02
Home > CRONACA, POLITICA E ATTUALITÀ > Tassa sui rifiuti : aumento di 400.000 euro

Tassa sui rifiuti : aumento di 400.000 euro

Sostieni l'informazione libera e indipendente.
Supporta Cronache Nuoresi con una donazione.
Un momento della conferenza stampa (©foto Cronache Nuoresi)
Un momento della conferenza stampa (©foto Cronache Nuoresi)

La seduta del Consiglio Comunale (© foto Cronache Nuoresi)

La seduta del Consiglio Comunale (© foto Cronache Nuoresi)

Votato ieri in Consiglio Comunale

La tassa sui rifiuti, che da quest’anno si chiamerà TARI, costerà ai nuoresi 400.000 euro in più rispetto allo scorso anno.

Lo denuncia il Capogruppo in Consiglio Comunale del PDL Pierluigi Saiu.

L’aumento è stato votato ieri dal consiglio comunale che ha approvato il bilancio di previsione 2014.
«Non si è ancora finito di pagare la TARES, il saldo arriverà infatti entro la fine dell’anno, che sui nuoresi si abbatte un’altra mazzata. -evidenzia Saiu-  Se lo scorso anno i contribuenti pagavano poco più di sette milioni e mezzo per il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti, quest’anno dovranno sborsare quasi otto milioni di euro. Un aumento piuttosto consistente, deciso dalla maggioranza di centrosinistra che governa la città.-Prosegue-  
Quando fu introdotta la raccolta differenziata ai nuoresi fu promesso che, grazie a quel sistema, avrebbero pagato meno. Se confrontiamo i dati del 2014 con quelli del 2011 vediamo però che il costo del servizio è cresciuto di quasi 2.200.000 euro. In quattro anni si è passati dal pagare 5.748.595,84 euro a pagarne 7.947.434,73. Dal 2011 a oggi la tassa sui rifiuti è cresciuta quasi del 40%».

Il Consigliere dell’opposizione evidenzia che  il servizio non è cambiato e sostanzialmente non è cambiata nemmeno la quantità di rifiuti prodotti.

Alcune voci di costo però sono letteralmente esplose. Lo spazzamento delle strade quest’anno costerà quasi un milione e settecentomila euro. Sulla TARI, e dunque sui cittadini, vengono scaricati costi impropri per 700.000 euro che si aggiungono al costo delle proroghe del servizio che il Comune deve contrattare ogni anno. Il bando per il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti attende di essere pubblicato dal 2010. I ritardi nella sua predisposizione sono già costati ai cittadini nuoresi 900.000 euro. A questi andrebbero poi aggiunti ulteriori risparmi per circa 100.000 euro che sarebbe stato possibile effettuare. « La cattiva amministrazione di PD e compagni costerà ai cittadini nuoresi la bellezza di 1.700.000 solo quest’anno.

A pagare gli aumenti saranno le famiglie. I maggiori costi verranno infatti scaricati sulle utenze domestiche, le cui tariffe sono state riviste al rialzo.
Gli aumenti sulla TARI si aggiungono a quelli decisi negli anni scorsi su TARSU, TARES ma anche addizionale IRPEF e IMU. Aumenti che hanno portato la tassazione del Comune di Nuoro a livelli record.
L’eredità che lascia il centrosinistra è questa».

©tutti i diritti riservati

 

Lascia un commento