Home > CRONACA, POLITICA E ATTUALITÀ > Omicidio San Teodoro. Trovata arma del delitto: è un coltello per il pane

Omicidio San Teodoro. Trovata arma del delitto: è un coltello per il pane

Erika Preti e Dimitri Fricano, 28enni di Biella
Erika Preti e Dimitri Fricano, 28enni di Biella

Il cagnolino dei padroni di casa nascosto per 5 ore

È stata trovata l’arma del delitto: si tratta di un coltello da cucina, del tipo utilizzato per tagliare il pane.

La vittima, Erika Preti, 28 anni, di Biella, è stata uccisa questa mattina nella cucina con varie coltellate inferte al collo. Subito dopo il fatto il compagno Dimitri Fricano, coetaneo e concittadino della vittima, è uscito dalla villetta bifamiliare in via Nazionale, nella località Lu Fraili, a San Teodoro, chiedendo aiuto.

Ai carabinieri giunti sul posto Fricano ha raccontato di aver subito un’aggressione, versione ora al vaglio degli inquirenti, ma non viene esclusa una violenta lite.

San Teodoro, la villetta teatro dell'omicidio

San Teodoro, la villetta teatro dell’omicidio

L’uomo, che ha alcune ferite lievi da arma da taglio, si trova piantonato nell’ospedale di Olbia. Sul luogo del delitto sono al lavoro gli inquirenti che hanno sentito vari i testimoni.

La coppia stava trascorrendo una settimana di vacanza al mare nella frazione di Lu Fraili, ospiti di una coppia di amici, anch’essi di Biella.

Per oggi avevano programmato tutto: insieme avrebbero dovuto dare una gita a Tavolara con un gommone in affitto. Poco prima dell’omicidio, stavano preparando i panini per il pranzo. In auto avevano già pronti gli zaini con i costumi da bagno e gli asciugamani.

Gli amici della coppia abitano a Lu Fraili tutto l’anno e lavorano per un’agenzia. Sono stati ascoltati dalle Forze dell’ordine cui hanno riferito che la coppia era in armonia. In tre anni di frequentazione non hanno mai assistito a dissidi fra i due che stavano assieme da circa dieci anni.

Sissi, una cagnolina Maltese di due anni che era nella casa dove è avvenuto l’omicidio di San Teodoro, è stata trovata dai suoi proprietari, che hanno ospitato la giovane di Biella che è stata uccisa ed il suo compagno, terrorizzata e nascosta in una stanza.

L’animale è stato recuperato alle 16, poco distante dalla scena del delitto.

Per tutto il tempo, almeno cinque ore, Sissi è stata testimone muta di quanto accaduto: dalle urla al sangue. È rimasta nascosta in camera da letto sotto una branda “spaventatissima, da cui non voleva uscire”, ha raccontato la sua padrona che nel pomeriggio è stata anche sentita dai carabinieri nella caserma di San Teodoro che indagano per cercare di ricostruire quanto sia accaduto nella casa questa mattina.

© Tutti i diritti riservati

Lascia un commento

*