Nuoro. Le sculture di Salvatore Delogu in mostra nella Casa natale di Ciusa

Franceschino Nieddu

Nuoro. Le sculture di Salvatore Delogu in mostra nella Casa natale di Ciusa

sabato 18 Giugno 2022 - 10:36
Nuoro. Le sculture di Salvatore Delogu in mostra nella Casa natale di Ciusa

Salvatore Delogu con una delle sue opere (foto F.Nieddu)

Nella Casa natale di Francesco Ciusa, scultore nuorese conosciuto soprattutto per la sua Madre dell’ucciso (una copia della quale è esposta all’interno della chiesa di San Carlo, che sorge proprio di fronte alla casa dello scultore, in via Chironi, angolo via Alberto Mario), il giovane artista nuorese Salvatore Delogu espone le sue opere.

La mostra può essere visitata fino a domenica 19 giugno dalle 10.30 alle 14.00 e dalle 15.30 alle 20.00.

Nell’opuscolo di presentazione Giovanni Delogu scrive che l’opera di Salvatore …”Non è la generica e tranquillizzante Natura ma è un approccio consapevole al corretto utilizzo delle risorse naturali, che porta Salvatore a immergersi, letteralmente, nella complessità del territorio… E si avvicina alla visione profetica di Beuys, grande anticipatore delle tematiche ambientaliste

Un'opera di Salvatore Delogu (foto F.Nieddu)

Un’opera di Salvatore Delogu (foto F.Nieddu)

Nelle sculture di Delogu  – prosegue Giovanni Delogu – “Il sughero acquista un aspetto filiforme, la naturale lavorabilità viene potenziata con la tecnica della torsione, operazione da lui stesso effettuata e poi viene steso come un ordito tridimensionale. Richiama allo stesso tempo, la tecnica della filigrana e quella della preparazione dell’oro filato, in cui le sottili strisce di oro laminato sono avvolte attorno ad un anima e diventano prezioso  complemento dei ricami anche della veste tradizionale, altro polo della sua indagine”.

Salvatore è figlio d’arte, il padre Antonello ha un laboratorio di oreficeria nel quartiere storico di Santu Predu e, alla domanda su quanto abbiano contribuito i suoi genitori alla sua formazione artistica, ha risposto: «Tanto, nelle mie ho riportato alcune tecniche dell’oreficeria» ed è interessante la visita guidata, dove l’artista. oltre a spiegare il significato dei lavori, dialoga con il visitatore, lo rende partecipe dell’esposizione e delle sue opere.

Negli anni ’80 un Sindaco cittadino diceva che Nuoro è una città di dibattiti e di cultura, nella presentazione delle giornate “Cose da fare”, promosse dalla LARISO con il patrocinio del Comune di Nuoro, il sindaco Soddu ha detto tra l’altro:…”Cultura luogo di produzione e di fruizione″… Questa mostra si inserisce nel percorso museale nuorese, dal MAN  allo Spazio ILISSO, da MancaSpazio alla Casa di Franceso Ciusa ea quella di Grazia Deledda, dall’ISRE alla Biblioteca Satta.

F.Nieddu

Sostieni l'informazione libera e indipendente di Cronache Nuoresi

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta