Progetto “Zigantes”: Nuoro celebra i suoi personaggi illustri

Sonia

Progetto “Zigantes”: Nuoro celebra i suoi personaggi illustri

venerdì 01 Aprile 2022 - 15:44
Progetto “Zigantes”: Nuoro celebra i suoi personaggi illustri

Conferenza stampa Zigantes

È stato presentato stamattina in Comune a Nuoro il progetto “Zigantes”, iniziativa voluta dall’amministrazione per omaggiare, e allo stesso tempo valorizzare, i personaggi che hanno dato lustro alla città nel campo artistico e culturale. Il progetto si inserisce nell’ambito delle celebrazioni per i 150 anni dalla nascita di Grazia Deledda finanziate dalla Fondazione di Sardegna e consiste nell’installazione di pannelli informativi dedicati ad Antonio Ballero, Francesco Ciusa, Attilio Deffenu, Grazia Deledda, Salvatore Satta e Sebastiano Satta.

«Per Nuoro – commenta il sindaco Andrea Soddu – è una iniziativa importante perché è una città sempre caratterizzata dalla sua vena artistica e culturale, anche oggi. L’idea di celebrare i nostri concittadini più illustri non rappresenta solo un doveroso omaggio, ma anche un auspicio per il futuro. Sotto questo aspetto abbiamo le carte in regola per continuare a ricoprire il ruolo guida in Sardegna. Siamo stati sempre convinti – aggiunge il sindaco – che la cultura rappresenti un tassello fondamentale per il nostro sviluppo sociale ed economico. Sono investimenti per essere sempre consapevoli delle nostre radici e della nostra identità».

Come ha spiegato l’assessore alla Cultura Luigi Crisponi, «si tratta di una prima fase del progetto che sarà completato con l’installazione di pannelli dedicati ad altri nuoresi illustri. Ora abbiamo solo individuato i primi sei “zigantes”».

I totem, ideati e realizzati dalla società nuorese Eikon con il contributo grafico dell’artista Raffaele Pichereddu (Pik), sono in acciaio corten e saranno posizionati in prossimità delle relative abitazioni in cui i personaggi hanno vissuto, a eccezione di quello dedicato a Grazia Deledda che troverà posto vicino alla chiesa della Solitudine dove sono conservate le sue spoglie. Sui pannelli i visitatori troveranno scritti dei brevi cenni biografici e bibliografici con la possibilità di approfondire la conoscenza della vita e delle opere del personaggio grazie a un codice Qr che rimanda a una pagina internet in cui sono contenute maggiori informazioni. Inoltre, il totem è corredato di una cartina stradale con le indicazioni delle altre installazioni e l’ubicazione di luoghi ed edifici di interesse storico-culturale  che si trovano nelle vicinanze. La posa inizierà la prossima settimana con il pannello dedicato ad Antonio Ballero.

L’amministrazione ha ringraziato la Fondazione di Sardegna per la sensibilità dimostrata nel concedere il finanziamento per questa e altre iniziative di valorizzazione della cultura. «Riteniamo che Nuoro – ha confermato il consigliere della Fondazione, Marco Zoppi – sia un patrimonio importante per tutta la regione, sia nel passato che nel presente. È una città che ha ancora tanto da dire e bene fa l’amministrazione comunale a investire su questo aspetto».

Sostieni l'informazione libera e indipendente di Cronache Nuoresi

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta