Bono. Una bravata all’origine del tragico incidente: il 15enne ha preso di nascosto l’auto del padre

Sonia

Bono. Una bravata all’origine del tragico incidente: il 15enne ha preso di nascosto l’auto del padre

sabato 20 Novembre 2021 - 21:55
Bono. Una bravata all’origine del tragico incidente: il 15enne ha preso di nascosto l’auto del padre

L'auto dopo l'incidente a Bono

Un 14 enne è in coma dopo lo schianto contro il muro di recinzione.

Una di quelle bravate che purtroppo si possono fare quando si è adolescenti alla base dell’incidente avvenuto la scorsa notte a Bono, una bravata che si è trasformata in tragedia per uno dei cinque adolescenti coinvolti, trasportato in codice rosso al San Francesco di Nuoro dopo lo schianto dell’auto contro un muro di recinzione, ora, è in coma (APPROFONDISCI).

Secondo  una prima ricostruzione della dinamica dei fatti, la serata di bagordi e, a quanto pare anche di alcol,  è proseguita con uno del gruppo, un 15enne, che avrebbe sottratto di nascosto l’auto al padre, e insieme con i quattro coetanei, si sarebbe messo a scorrazzare a  velocità sostenuta per le vie del paese.

Intorno alle 4 il gioco vira in dramma: l’auto, una Volkswagen Golf bianca, percorre via Ciancilla, alla periferia del centro abitato, sbanda, si ribalta più volte e finisce la sua corsa contro il muro di recinzione di una casa.

In quattro escono dalla vettura con le proprie gambe. Pesti ma vivi e perfettamente coscienti. Il quinto ragazzo, un 14enne, è rimasto dentro l’abitacolo. Ha sbattuto violentemente la testa e sembra avere perso conoscenza. Un passante si avvicina all’auto semidistrutta, vede i ragazzi feriti e chiama i soccorsi. Sul posto arrivano un’ambulanza del 118 e i carabinieri della Compagnia di Bono.

Intanto i quattro ragazzi lievemente feriti si sono dileguati: scappati prima dell’arrivo delle forze dell’ordine. Il 118 trasporta d’urgenza il quattordicenne all’ospedale San Francesco di Nuoro. Qui le condizioni di salute del ragazzo peggiorano. Entra in coma e viene ricoverato nel reparto di Rianimazione. I militari del Nucleo Radiomobile intercettano i ragazzi fuggiti, tre di loro sono rientrati in fretta e furia a casa, come se nulla fosse successo, il quindicenne che era alla guida dell’auto lo trovano per strada, poco lontano dal luogo dell’incidente, in stato confusionale. Lo accompagnano al Pronto soccorso: ha lievi ferite e contusioni a causa dello scontro, ma per lui, non è necessario il ricovero.

La sua posizione, però, si sarebbe aggravata in quanto è risultato positivo all’alcol test. I Carabinieri chiariscono i contorni della vicenda ascoltando i racconti di tutti gli adolescenti coinvolti. Per il ragazzo che era alla guida dell’auto, secondo quanto riportano le agenzie di stampa, sarebbe scattata la segnalazione alla Procura dei minorenni di Sassari. Le accuse contro di lui sono pesanti: ha rubato la vettura al padre, ha guidato in stato di ebrezza, senza patente naturalmente considerata la giovane età, ha causato un incidente stradale scappando senza soccorrere i feriti e ora un suo amico, in seguito a quello schianto rischia di perdere la vita. .

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta