Dopo le devastazioni degli incendi, il Montiferru escluso dal piano di potenziamento del Corpo Forestale

Nuovo

Dopo le devastazioni degli incendi, il Montiferru escluso dal piano di potenziamento del Corpo Forestale

martedì 12 Ottobre 2021 - 19:01
Dopo le devastazioni degli incendi, il Montiferru escluso dal piano di potenziamento del Corpo Forestale

Il fuoco divora il Montiferru (© foto S.Novellu)

“Il territorio della Sardegna maggiormente colpito dagli incendi boschivi dei mesi scorsi è stato incomprensibilmente escluso dal piano di potenziamento del Corpo Forestale deciso dalla Giunta. Con una deliberazione a dir poco singolare, venerdì scorso, 8 ottobre – spiega Alessandro Solinas (M5s) – la Giunta ha sbloccato i concorsi per le assunzioni di nuovo personale da assegnare al Corpo Forestale della Sardegna. Ebbene, in questa occasione, avendo la possibilità di incrementare il numero di uomini addetti allo spegnimento del fuoco in un territorio particolarmente a rischio, ha scelto di procedere in tutt’altro verso: la zona dell’Oristanese è stata indicata come l’unica in cui il fabbisogno di nuove unità di personale è attualmente pari a zero. I posti, per l’Area A del Corpo Forestale, da mettere a concorso con la massima priorità, sono stati ripartiti esclusivamente tra i territori di Iglesias, Lanusei e Tempio Pausania, nonostante nella delibera venga precisato “ferma restando la necessità di acquisire personale da assegnare a tutte le sedi provinciali”.

“Ritengo sia una decisione totalmente priva di senso, che balza agli occhi e lascia basiti – osserva il consigliere, che sottolinea: “Nel giorno in cui il Consiglio regionale è riunito per parlare delle misure economiche di sostegno alle popolazioni del Montiferru, piegate dai roghi dello scorso luglio, apprendiamo che la Giunta ha deciso di ignorare una realtà sofferente le cui esigenze sono più che manifeste”.

Questo l’intervento del consigliere regionale pentastellato Alessandro Solinas alla luce della deliberazione di Giunta in cui viene affermata l’esigenza di procedere a nuove assunzioni.

“L’età media dei dipendenti del Corpo Forestale, con particolare riferimento agli Agenti, si attesta sui 56/58 anni – prosegue Solinas – per questo è imprescindibile procedere al reclutamento di nuovo personale idoneo allo spegnimento dei roghi. Gli agenti svolgono un lavoro smisuratamente pesante e sono costantemente esposti a rischi altissimi, è pertanto urgente garantire un ricambio generazionale e un rafforzamento di tutti quei reparti che operano in condizioni critiche e particolarmente difficoltose e che fanno la differenza nei momenti di crisi come quelli verificatisi di recente. I territori dell’Oristanese rientrano a pieno diritto tra questi e pretendiamo che il Piano di potenziamento del Corpo Forestale venga adeguato alle reali esigenze dell’isola”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta