Nuoro. Il sindaco scrive agli studenti in occasione dell’avvio del nuovo anno scolastico

Sonia

Nuoro. Il sindaco scrive agli studenti in occasione dell’avvio del nuovo anno scolastico

lunedì 13 Settembre 2021 - 16:20
Nuoro. Il sindaco scrive agli studenti in occasione dell’avvio del nuovo anno scolastico

Il sindaco di Nuoro Andrea Soddu (foto S.Novellu)

«Carissimi studenti, con la ripartenza dell’anno scolastico l’augurio che sento di fare a tutti voi è che lo trascorriate nel modo più sereno possibile e che questo importante momento rappresenti un nuovo inizio anche per tanti aspetti della vostra vita. Ci stiamo lasciando alle spalle un periodo difficile, fatto di restrizioni e privazioni. Sacrifici che in modo particolare hanno colpito voi bambini e ragazzi». Lo scrive il primo cittadino Andrea Soddu in occasione della ripartenza del nuovo anno scolastico 2020- 21.

«La socialità, il gioco, lo sport, le occasioni di convivialità o un semplice scambio di idee, sono esperienze fondamentali della nostra esistenza che ci aiutano a crescere tanto quanto l’apprendimento e lo studio. Il periodo della formazione è quello che determinerà chi diventeremo da adulti, vivetelo a fondo, con impegno e spirito di solidarietà. È possibile che gli ultimi due anni trascorsi tra chiusure e didattica a distanza abbiano causato disparità tra di voi nella preparazione scolastica. Se un vostro compagno è rimasto indietro, non lasciate che del problema se ne occupino solo gli insegnanti, non esitate a mettervi a disposizione offrendogli anche il vostro aiuto: anche questo sarà un momento di crescita. Si va avanti tutti insieme, ognuno di voi è importante e ha diritto ad avere pari opportunità nella vita, per il proprio futuro e per quello della nostra città».

«Un augurio di buon inizio anno scolastico lo rivolgo anche agli insegnanti e a tutti gli operatori della scuola. Avete trascorso un periodo complicato e, almeno per questi primi mesi, vi troverete ancora a gestire una situazione che non è tornata a quella normalità che tutti desideriamo. Avete dato prova di spirito di sacrificio e di grande attaccamento a un lavoro che è importantissimo per la preparazione e lo sviluppo dei nostri ragazzi e che non a caso viene definito come una vera e propria missione. L’auspicio anche per voi tutti è che gli anni appena trascorsi rappresentino presto solo un brutto ricordo e di vivere i prossimi con la serenità necessaria per svolgere al meglio il vostro compito».

«Un pensiero particolare alle famiglie, che in alcuni casi, soprattutto nel primo periodo della pandemia, si sono dovute sostituire alla scuola, in aggiunta all’impegno costante che già comporta l’essere genitori. Il ritorno a una vita “normale” restituisce a ognuno il proprio ruolo e la famiglia torna a rivestire quello primario degli affetti, dell’educazione, del sostegno e della crescita dei figli. Se da un lato il Covid ci ha messo a dura prova, dall’altro è stata anche un’occasione per conoscerli più a fondo, comprendendo meglio le loro esigenze, aspirazioni, problemi, a volte anche le paure. Facciamone tesoro traendo da questa esperienza gli aspetti positivi».

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta