Nuoro. Dopo il sit-in in Prefettura i rappresentanti delle attività produttive ricevuti in Comune

Nuovo

Nuoro. Dopo il sit-in in Prefettura i rappresentanti delle attività produttive ricevuti in Comune

sabato 01 Maggio 2021 - 08:15
Nuoro. Dopo il sit-in in Prefettura i rappresentanti delle attività produttive ricevuti in Comune

L'incontro in Comune

Ieri mattina il sindaco Andrea Soddu, il vice sindaco Fabrizio Beccu, l’assessore alle Attività produttive Eleonora Angheleddu e l’assessore al Bilancio Rachele Piras hanno voluto incontrare nella sala consiliare del Comune i rappresentanti delle attività produttive cittadine al termine della manifestazione organizzata di fronte alla Prefettura per chiedere al Governo la riapertura delle attività e il sostegno economico per le forti perdite subite durante la pandemia.

Sentite le rimostranze e le richieste degli esercenti, che hanno invocato l’impegno e l’aiuto dell’amministrazione comunale, è stato deciso di organizzare immediatamente un tavolo di lavoro che coinvolga, oltre il Comune, un rappresentante per ogni settore produttivo e in cui si dovrà mettere nero su bianco proposte concrete e percorribili da sottoporre ai consiglieri regionali e i parlamentari eletti nel territorio durante un’assemblea che sarà convocata a stretto giro dalla stessa amministrazione.

«Capisco e condivido la rabbia e la frustrazione degli esercenti», dichiara il sindaco Soddu. «Il nostro impegno è e sarà sempre massimo nel fare tutto quanto di nostra competenza e possibilità, ma anche nel sollecitare l’intervento di Stato e Regione per accelerare l’accredito dei sostegni economici promessi, di cui i commercianti lamentano il mancato arrivo».

«La situazione che stanno vivendo i nostri commercianti è fonte di forte preoccupazione – aggiunte il vice sindaco Fabrizio Beccu – non li lasceremo soli in questo difficile momento e saremo sempre a disposizione per cercare di superarlo tutti insieme».

«L’unico modo per riuscire a ottenere risultati soddisfacenti – afferma l’assessore Angheleddu – è quello di stare uniti e mettere in campo una strategia comune. Siamo ben consapevoli che il benessere delle attività produttive è fondamentale per quello dell’intera comunità, la loro sopravvivenza deve interessare tutti».

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta