La pandemia dilaga nel Marghine Planargia: elevato il numero dei positivi in tutti i paesi

Sonia

La pandemia dilaga nel Marghine Planargia: elevato il numero dei positivi in tutti i paesi

giovedì 08 Aprile 2021 - 10:44
La pandemia dilaga nel Marghine Planargia: elevato il numero dei positivi in tutti i paesi

Covid, tamponi (foto Cronache Nuoresi)

Oramai non si fa più a tempo a dare delle cifre che i numeri risultano superati.  È così da qualche giorno, la situazione della pandemia, nella zona che va da Bolotana a Bosa, il Marghine e la Planargia. A Macomer il Sindaco Antonio Succu annuncia che sta esaminando con preoccupazione la situazione, che vede il numero di positivi salire a 56, più 2 ricoverati, e chiude le scuole, di ogni ordine e grado, fino al 14.

La situazione non è però chiara del tutto perché, riferisce Succu, pervengono notizie allarmanti da famiglie e conoscenti che, già dichiarati positivi, aspettano un altro tampone.

« Pur consapevoli del danno economico e sociale, annuncia il primo cittadino minaccia, se i dati dovessero peggiorare saremo costretti a dichiarare la zona rossa».

Monito di rischio di un lockdown severo anche da parte del sindaco Bolotana Annalisa Motzo , costretta a contare 37 positivi.

Scuole di ogni ordine e grado chiuse anche a Bosa, anche qui fino al 14. Sospesa anche la scuola civica di musica e chiuso il parco giochi delle elementari, mentre si chiede alle società sportive di sospendere le attività.

Sindia, con 108 positivi e Sennariolo con 14 sono già in fascia rossa, a Noragugume attualmente sono 12.

Positivi in aumento anche negli altri paesi della Planargia, Marghine e Montiferru.

A Scano, con 18 positivi, sono iniziate le vaccinazioni per ultra ottantenni e fragili. E non siamo più sicuri che, quando sentirete questi dati siano ancora gli stessi.

È passata la sbronza da zona bianca dove ci si era illusi di essere fuori pericolo e molti incoscienti si sono comportati di conseguenza. Ora è anche stupido il dibattito sui social su chi abbia iniziato il contagio. Viviamo con un nemico senza volto, sempre in agguato, che spesso si cela dietro le sembianze della persone più care. A mani vuote, fino a quando non arrivano i vaccini, non lo possiamo combattere, se non con la fuga.

Pier Gavino Vacca

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta