Locale affollato e violate misure anti Covid: la Polizia pone fine al tormentone di Federico Lauri con sanzione e salone chiuso

Nuovo

Locale affollato e violate misure anti Covid: la Polizia pone fine al tormentone di Federico Lauri con sanzione e salone chiuso

Nuovo |
giovedì 25 Marzo 2021 - 17:39
Locale affollato e violate misure anti Covid: la Polizia pone fine al tormentone di Federico Lauri con sanzione e salone chiuso

Federico fashion style

Da giorni il suo tour in Sardegna era diventato un vero e proprio tormentone, che in molti casi lo aveva reso inviso anche a coloro che non ne conoscevano neppure l’esistenza: attacchi sui social e poi l’auto ritrovata graffiata nel centro di Cagliari. Oggi a Sassari il Federico Fashion Style Tour del parrucchiere dei vip, Federico Lauri, è concluso nel peggiore dei modi: la Polizia locale, su segnalazione di un cittadino, ha fatto un’ispezione nel salone in cui era al lavoro, in via Carlo Felice, trovando al suo interno 15 persone tra cui sei dipendenti, sei clienti e altre tre in attesa. Troppe secondo la normativa anti-Covid per lo spazio disponibile.

Per il parrucchiere è quindi scattata una multa salata e la sanzione accessoria di chiusura del locale per tre giorni.

Gli agenti hanno consentito al personale in servizio di concludere i tagli sui clienti già seduti nelle poltroncine e poi hanno messo i sigilli al salone. La Polizia locale ha rilevato diverse contravvenzioni alle norme anti-Covid: il salone non aveva esposto all’esterno il cartello con il numero di persone che può contenere. Inoltre, per le norme di contrasto al diffondersi del Coronavirus, possono essere occupate solo postazioni alternate mentre nel salone erano tutte piene. Due dipendenti stavano lavando la testa alle clienti senza mantenere le distanze di sicurezza. Infine, sempre per le linee guida anti-Covid, sarebbe stato possibile accedere al salone soltanto nell’orario dell’appuntamento precedentemente concordato, mentre all’interno del locale c’erano appunto tre persone in attesa.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta