Mattarella risponde all’invito di Soddu all’anniversario della nascita della Deledda: “Al momento impossibile calendarizzare”

Nuovo

Mattarella risponde all’invito di Soddu all’anniversario della nascita della Deledda: “Al momento impossibile calendarizzare”

Nuovo |
martedì 16 Febbraio 2021 - 14:42
Mattarella risponde all’invito di Soddu all’anniversario della nascita della Deledda: “Al momento impossibile calendarizzare”

Un ritratto di Grazia Deledda

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha inviato una lettera al sindaco Andrea Soddu ringraziandolo per l’invito a intervenire a Nuoro in occasione del 150mo anniversario della nascita della scrittrice premio Nobel Grazia Deledda, che ricorrerà il 28 settembre prossimo.

Il Capo dello Stato esprime il suo apprezzamento per le iniziative che verranno organizzate in città «in ricordo – si legge – di una delle principali narratrici italiane che, con ferrea volontà, ha saputo superare alcuni limiti apparentemente insuperabili del suo tempo, sino a giungere alla consacrazione del premio letterario più prestigioso al mondo». A causa dell’emergenza sanitaria, al momento non è possibile calendarizzare la partecipazione del Presidente all’evento, ma l’invito «viene tenuto in attenta considerazione».

«Ringrazio il Presidente Sergio Mattarella per la sua risposta al nostro invito», dichiara il sindaco Andrea Soddu. «Non avevo dubbi su un suo rapido riscontro –  continua – conoscendone e apprezzandone la disponibilità e la sensibilità che ha sempre dimostrato verso la Sardegna. La speranza è che l’emergenza sanitaria finisca al più presto e ci consenta di celebrare tutti insieme una delle figlie più nobili della nostra terra».

«Anche se ancora non è possibile fissare una data precisa – aggiunge l’assessore alla Cultura Luigi Crisponi – accolgo con entusiasmo l’adesione del Presidente della Repubblica alle celebrazioni in onore di Grazia Deledda. Come abbiamo già annunciato, l’intenzione dell’amministrazione è quella di organizzare una serie di eventi che prevedono il coinvolgimento di tutti: dagli enti pubblici alle associazioni, dalle scuole ai privati cittadini. In tanti hanno già manifestato il proprio interesse e il supporto della massima carica dello Stato deve rappresentare per noi una spinta per proseguire su questa strada».

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta