sabato 15 agosto 2020, Aggiornato alle 10:57
Home > CRONACA, POLITICA E ATTUALITÀ > Nuoro. Con delibera comunale l’area pedonale al Corso Garibaldi diventa definitiva

Nuoro. Con delibera comunale l’area pedonale al Corso Garibaldi diventa definitiva

Coronavirus, al corso Garibaldi di Nuoro (© foto S.Novellu)
Il corso Garibaldi di Nuoro (foto S.Novellu)

 

Terminata la fase sperimentale iniziata il 20 dicembre 2019 (poi prorogata al 31 luglio), la Giunta comunale ha approvato la delibera con cui viene istituita in via definitiva l’area pedonale del corso Garibaldi (APU). Il provvedimento rientra nel progetto di riqualificazione della città dal punto di vista ecologico-ambientale, a partire dalla rivalutazione e valorizzazione del centro storico e dei rioni circostanti, che nelle intenzioni dell’amministrazione devono rappresentare un luogo di aggregazione dei cittadini e un polo attrattivo dei flussi turistici. La fase sperimentale come stabilita inizialmente (dal 20/12/19 al 20/04/20) è stata fortemente condizionata dalle chiusure delle attività commerciali e dalle restrizioni agli spostamenti stabilite per il contrasto al Covid-19. Nell’impossibilità di tracciare un bilancio esaustivo e definitivo sul suo esito e sull’effettivo gradimento da parte della cittadinanza, era stato quindi deciso di prorogarla al 31 luglio 2020.

Da oggi, quindi, entrano definitivamente in vigore le norme che regolano gli accessi al corso Garibaldi con gli accorgimenti introdotti durante la sperimentazione grazie anche ai suggerimenti di residenti e commercianti. Sarà consentito, ad esempio, il carico-scarico delle merci per gli autotrasportatori e corrieri nella fascia oraria compresa dalle 8,30 alle 10, previa comunicazione all’Ufficio tecnico del traffico per l’inserimento nella white-list del controllo elettronico degli accessi. Inoltre, è stata rinnovata la segnaletica verticale e orizzontale, sostituendo la cartellonistica e le strisce di individuazione degli stalli riservati e non, rendendo l’individuazione dei divieti più immediata e leggibile. Si è poi provveduto a istituire nuovi stalli di sosta in via Leonardo da Vinci e via Manzoni e a promuovere gli abbonamenti dei parcheggi sotterranei nelle adiacenti piazze Italia e Vittorio Emanuele, sono stati riqualificati i percorsi pedonali dell’area delimitata con la creazione di isole verdi, con piante di medio e alto fusto sistemate su fioriere provvisorie, che a breve verranno sostituite, e su altre già esistenti, realizzando accoglienti spazi arredati con essenze della flora locale.

«Con la delibera di oggi – dichiara il sindaco Andrea Soddu – abbiamo preso un’importante decisione per il corso Garibaldi e la città. Un provvedimento con cui siamo certi di interpretare il volere della maggioranza dei nuoresi che desiderano vivere la storica via Majore in serenità e fatto anche nell’interesse dei commercianti che, ne siamo convinti, avranno solo da guadagnare da una strada rivitalizzata e libera dal traffico. Naturalmente – precisa – questo non significa che non terremo in considerazione le voci critiche. Anzi, come abbiamo già dimostrato con la questione parcheggi e scarico merci, le raccoglieremo e cercheremo di risolvere i problemi che si dovessero presentare. La nostra idea non cambia, ed è quella di riqualificare completamente il corso, facendone un luogo di ritrovo, vivo e accogliente, e non di solo passaggio. Lo faremo investendo risorse economiche e umane».

«La decisione di rendere l’APU definitiva – afferma invece l’assessore alle Attività produttive e Verde urbano Eleonora Angheleddu – ci consentirà di destinare sempre maggiori risorse per interventi di riqualificazione e per il decoro di una delle vie storiche della nostra città. Con l’obbiettivo di attrarre sempre più persone e imprese che intendano investire a Nuoro».

«Ritengo che l’istituzione definitiva dell’APU – aggiunge l’assessore al Traffico Maria Boi – sia in linea con le nostre dichiarazioni programmatiche che vogliono portare la città in una dimensione di mobilità sostenibile e si prefigge di mettere al centro l’individuo e la qualità della vita, che non può essere legata al concetto anacronistico dell’uso dell’auto».

Lascia un commento

error: