giovedì 3 dicembre 2020, Aggiornato alle 20:50
Home > CRONACA > Nantes: volontario confessa il rogo alla Cattedrale

Nantes: volontario confessa il rogo alla Cattedrale

La cattedrale di Nantes dopo l'incendio
La cattedrale di Nantes dopo l'incendio

 

A una settimana dall’incendio nella cattedrale di Nantes, nell’ovest della Francia, il volontario ruandese della diocesi, che era stato fermato e poi rilasciato, ha confessato di aver provocato le fiamme accendendo i tre inneschi all’interno della chiesa.

L’avvocato del volontario, in difficoltà con il rinnovo del permesso di soggiorno, ha detto che il suo cliente era “pieno di rimorsi” e che la confessione è stata “una liberazione”. Rischia 10 anni di carcere ma le autorità giudiziarie dovranno verificare prima la sua situazione di rifugiato. Sembra che negli ultimi mesi, infatti, il ruandese fosse molto contrariato per le difficoltà nell’ottenere il rinnovo del permesso di soggiorno in Francia.

Lascia un commento

error:
× CONTATTACI