lunedì 21 settembre 2020, Aggiornato alle 17:19
Home > CRONACA, POLITICA E ATTUALITÀ > Caso GECO: il TAR respinge il ricorso del Consorzio di Tutela dei Vini DOC

Caso GECO: il TAR respinge il ricorso del Consorzio di Tutela dei Vini DOC

Magomadas. Lo stabilimento GeCo (foto S.Novellu)

“Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Sardegna (Sezione Prima) respinge l’istanza cautelare contro la Provincia di Oristano e nei confronti di GECO srl per l’annullamento previa sospensione dell’efficacia della determinazione dirigenziale del Settore ambiente e attività produttive della Provincia di Oristano n. 394 del 10 aprile 2020, del verbale della Conferenza dei Servizi del 21 febbraio 2020 e di ogni altro atto presupposto, consequenziale o connesso, compresa la determinazione della Provincia di Oristano n. 1283 del 24 ottobre 2018 di rilascio dell’autorizzazione ex art. 208, del verbale della relativa conferenza di servizi e degli atti istruttori” si legge nella sentenza del TAR.

La GECO srl, quindi, può continuare ad operare.

«Siamo molto soddisfatti di questo ennesimo riconoscimento – hanno commentato Bonifacio Angius e Leonardo Galleri, di GECO srl. Andiamo avanti con il nostro lavoro, con tutte le autorizzazioni e i permessi necessari e oltre ogni tentativo di metterci in cattiva luce. Ribadiamo con forza che l’impianto non è una discarica, che non sversiamo rifiuti, non trattiamo rifiuti pericolosi. È inaccettabile associare l’appellativo ‘fonfopoli’ alla nostra attività né accumunarla alla triste vicenda della Terra dei Fuochi».

«Siamo i primi a voler salvaguardare la nostra meravigliosa terra, che invece viene continuamente screditata da commenti e post sui social network. Ribadiamo nuovamente la disponibilità del management di GECO srl a confronti e dibattiti: insieme dobbiamo valorizzare il nostro territorio, le bellezze e le tipicità che lo rendono unico» hanno concluso.

© Tutti i diritti riservati

Lascia un commento

error:
× CONTATTACI