mercoledì 27 maggio 2020, Aggiornato alle 16:29
Home > CRONACA, POLITICA E ATTUALITÀ > Nuoro. Tosap non dovuta: più spazio all’aperto per i titolari di bar, ristoranti e pizzerie

Nuoro. Tosap non dovuta: più spazio all’aperto per i titolari di bar, ristoranti e pizzerie

Nuoro, riaperture in Fase 3, il corso Garibaldi (foto S.Meloni)
Nuoro, riaperture in Fase 3, il corso Garibaldi (foto S.Meloni)
La Giunta comunale ha approvato la delibera relativa all’occupazione gratuita e temporanea di spazi e aree pubbliche per i pubblici esercizi. Un provvedimento che vuole essere un forte segnale di sostegno ai tanti esercenti che hanno bisogno di respiro in questo periodo di riapertura delle attività. Una prima risposta alle richieste a un settore del commercio che nelle scorse settimane ha chiesto al primo cittadino misure immediate a sostegno dell’economia locale. Nel rispetto delle normative e di quelle che sono le competenze del Comune in materia, la Giunta ha approvato una delibera che prevede l’esenzione totale dal pagamento della Tosap fino al 31 ottobre 2020, esenzione da bollo e da diritti di segreteria e la possibilità di occupare la superficie fino al doppio di quella già autorizzata negli anni precedenti. L’utilizzo di più ampie metrature per la sistemazione di sedie, tavolini e ombrelloni dovrà in ogni caso essere compatibile con le regole del codice della strada. «In questa fase di transizione era importante dare risposte immediate ai cittadini», commenta il sindaco Andrea Soddu. «I provvedimenti adottati in delibera – continua – rappresentano per il Comune uno sforzo di non poco conto, ma rappresentano un passaggio necessario per contribuire concretamente in questo momento di riavvio delle nostre attività commerciali fortemente provate da quasi tre mesi di lockdown. È quindi importante agevolare in ogni modo il settore commerciale e produttivo secondo le nostre competenze e gli strumenti che ci offre la legge. Non ci fermeremo a questo – conclude Soddu -, l’amministrazione, di concerto con gli uffici del settore finanziario, sta limando gli ultimi dettagli di altri importanti interventi per far ripartire l’economia cittadina e, di conseguenza, l’intera città». «L’intento è quello di sostenere tutte le attività produttive e di facilitare la riapertura di bar e ristoranti tra le categorie più colpite dalla crisi da Coronavirus», aggiunge l’assessore alle Attività produttive Eleonora Angheleddu. «La delibera – sottolinea – prevede anche agevolazioni e semplificazioni che andranno a ridurre al massimo i tempi della concessione. Compatibilmente con l’attuale situazione di bilancio l’amministrazione è impegnata h24 per trovare soluzioni che in qualche modo possano frenare gli inevitabili effetti negativi sull’economia della nostra città». «Il nostro impegno – afferma l’assessore alla Vialbilità Maria Boi – è teso a cercare di interpretare al meglio le sollecitazioni, le esigenze e le criticità delle attività produttive che hanno la vitale esigenza di riprendere a lavorare e che subiscono e subiranno per un periodo solo ipotizzabile gli effetti della pandemia ancora in corso, e gli interessi e le esigenze di tutti i cittadini che si ritrovano catapultati in una situazione assolutamente nuova a cui comprendiamo sia difficile adeguarsi, ma in cui il buon senso di tutti ed il rispetto di regole scritte e non scritte gioca un ruolo indispensabile».
Soddisfazione anche da parte del consigliere dell’Opposizione Paolo Fadda che aveva fatto esplicita richiesta in proposito: «sono contento per questo risultato per la città. In questa fase ciò che ci unisce deve essere più importante di ciò che ci divide».
© tutti i diritti riservati

Lascia un commento

error: Content is protected !!