martedì 14 luglio 2020, Aggiornato alle 12:48
Home > BARONIA > A Orosei allestita una nuova rete di condotte lunga 27 chilometri

A Orosei allestita una nuova rete di condotte lunga 27 chilometri

Ambrogio Guiso presidente del Consorzio di Bonifica Sardegna
Ambrogio Guiso presidente del Consorzio di Bonifica Sardegna

 

Una nuova rete di condotte lunga 27 chilometri è a disposizione ora di un territorio ad alta vocazione agricola. 400 ettari nel Comune di Orosei saranno infatti serviti da una nuova infrastruttura resa possibile grazie a un finanziamento di 4 milioni di euro del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali. La zona interessata è quella di Nuraghe Portu e Su Catreathu.

Gli uffici tecnici del Consorzio di Bonifica della Sardegna centrale guidato dal presidente Ambrogio Guiso, hanno progettato e dato avvio ai lavori, che hanno avuto inizio a settembre 2016. Lavori conclusi nell’inverno scorso e ora consegnati alla gestione del Consorzio di Bonifica.
L’impianto distribuisce ad aziende agricole e hobbisti le acque del fiume Cedrino provenienti sia dall’invaso di Pedra e Othoni che dal sollevamento di Lollothi, con derivazione direttamente sul fiume.  È dotato in testa di un impianto di sollevamento completamente automatizzato della portata max di 200 litri al secondo e dotato di sistemi elettronici inverter per il contenimento dei consumi elettrici.

«Andiamo a servire un tessuto produttivo di 200 nuove utenze – spiega il presidente Guiso -, in un territorio ad alta vocazione produttiva agricola dedito soprattutto alla coltivazione di piante da ulivo, dove sono presenti anche vigneti, mandorleti e coltivazioni hobbistiche. Un’opera necessaria, altamente tecnologica che si sposa perfettamente con la necessità di garantire l’irrigazione al territorio puntando però ad un utilizzo razionale dell’acqua».

Destinatarie e fruitrici del nuovo impianto saranno infatti quelle aziende dotate di impianti di irrigazione a goccia: a loro verranno annualmente assegnati dei volumi irrigui in base alla superficie servita dagli impianti.

L’opera servirà anche per fronteggiare al meglio il pericolo incendi perché è stata progettata e realizzata con dei punti di prelievo ad uso antincendio.

«A breve – annuncia il presidente – sono inoltre in programma degli interventi di ammodernamento e potenziamento dell’impianto di sollevamento sul fiume Cedrino in località Lollothi. Questo, realizzato negli anni cinquanta, fu il primo fulcro della rete di irrigazione del Consorzio di Bonifica della Sardegna Centrale: da lì nel tempo si è diramato il reticolo di condotte che contribuiscono a tutt’oggi allo sviluppo e alla crescita economica di un territorio vasto quasi 128 mila ettari».

© Tutti i diritti riservati

Lascia un commento

error: Content is protected !!
× CLICCA PER CONTATTARCI