giovedì 4 giugno 2020, Aggiornato alle 20:27
Home > CRONACA, POLITICA E ATTUALITÀ > Coronavirus. Per alleviare il disagio, i pazienti affetti da autismo certificato possono spostarsi dal proprio domicilio

Coronavirus. Per alleviare il disagio, i pazienti affetti da autismo certificato possono spostarsi dal proprio domicilio

 

Vista la drammatica situazione che molte delle nostre famiglie stanno attraversando in questo particolare momento dei emergenza sanitaria da COVID-19 e tenuto conto che le ultime disposizioni lasciavano qualche dubbio interpretativo, l’Associazione di volontariato “Diversamente” ha chiesto l’interpretazione ufficiale alla Protezione Civile Regionale che si sta occupando della gestione di questa emergenza.

Questa la risposta del direttore generale della Protezione Civile della RAS, Antonio Pasquale Belloi: “Riscontro la nota in oggetto per rappresentarle che è consento ai nuclei familiari che hanno in casa figli o parenti o affini, affetti da patologie certificate dall’autorità sanitaria, dalle quali derivano problematiche comportamentali tali da imporre uscite esterne per il contenimento degli aspetti auto aggressivi ed aggressivi, di potersi spostare oltre la prossimità della propria abitazione anche fuori dai limiti del territorio comunale di residenza e domicilio in caso di necessità di accesso a luoghi di abituale frequenza da parte del soggetto certificato, al solo scopo di consentire la migliore gestione del soggetto”.

Occorre precisare che le misure previste per il resto della popolazione restano in vigore e vanno scrupolosamente osservate (il distanziamento sociale, il divieto di assembramenti e che la deroga è ovviamente valida solo per la persona con autismo e il suo caregiver). Ovviamente, è obbligatorio portare con se il modulo di autocertificazione e la documentazione sanitaria.

© Tutti i diritti riservati

Lascia un commento

error: Content is protected !!