giovedì 5 dicembre 2019, Aggiornato alle 18:26
Home > PUBBLIREDAZIONALI > AL TrediciZeroUno in mostra “le Reinas” di Mara Damiani per sostenere il centro antiviolenza

AL TrediciZeroUno in mostra “le Reinas” di Mara Damiani per sostenere il centro antiviolenza

In occasione della Giornata Mondiale per l’eliminazione della Violenza sulle Donne, Insieme srl – Socio Conad dei punti vendita di Nuoro Biscollai, viale Europa, Olbia Terranova, Macomer e Ottana promuove una importante iniziativa culturale in collaborazione con l’associazione Onda Rosa di Nuoro, finalizzata sia alla sensibilizzazione dei cittadini che al finanziamento alle attività del Centro Antiviolenza nuorese.

I locali del TrediciZeroUno, il bistrot del Conad di Biscollai, accoglieranno una Mostra Personale della designer Mara Damiani che per l’occasione esporrà per la prima volta a Nuoro le sue Reinas, le donne che indossano gli abiti della tradizione sarda e presenterà due opere inedite dedicate a tutte le donne vittime di violenza.

Mara Damiani, graphic designer sarda ha lavorato per oltre vent’anni per The Walt Disney Company e nel suo curriculum spiccano collaborazioni con aziende come Nestlé, AC Milan, Clementoni, Mattel che ne hanno arricchito la solida formazione conseguita presso l’Accademia di Belle Arti di Brera.

Nel 2013 Mara torna in Sardegna e stimolata dalle opere di Nivola e Tavolara crea il progetto “APPARTENENZA”, un progetto di design che recupera forme geometriche provenienti da un passato ricco di colori intensi e contrastanti, animali, guerrieri antichi, donne con abiti regali, maschere carnevalesche, pietre sacre, pani e dolci lavorati come gioielli.
Ridisegnarli come tanti piccoli tasselli è la sua sfida, colori piatti e puri si muovono tra spazi pieni e vuoti creando così un gioco quasi cartoonesco.
Lo scopo è mostrare quanto design sia insito nella tradizione e nella cultura, va solo decontestualizzato e reinterpretato mostrandosi sotto una nuova veste.

Reinas si colloca all’interno del progetto e nasce con l’obbiettivo di analizzare e reinterpretare graficamente tutti gli abiti dei comuni della Sardegna, lo stile è caratterizzato da La scelta del nome Reinas è legato al concetto di Donna sarda con il suo ruolo matriarcale, imponente, essenziale e determinante nella società della nostra terra, osservandole nella loro bellezza totale con gli abiti tradizionali non possono che essere viste come Regine indiscusse da ammirare e rispettare.

Reinas è un inno alla Donna Sarda con tutte le sue mille sfaccettature.

«Ho accettato subito e con entusiasmo l’invito perché considero Nuoro il cuore della mia Terra, una città che conserva una grande opera d’arte di colui che è stato mio maestro ed ispiratore del progetto “Appartenenza”, Eugenio Tavolara” è il commento dell’artista».

La mostra verrà inaugurata il 25 novembre alle ore 17 alla presenza di Mara Damiani, di una rappresentanza delle lavoratrici e dei lavoratori del Conad e dell’Associazione Onda Rosa che simbolicamente taglieranno il nastro rosso a significare il nostro “basta” alla violenza sulle donne.

L’esposizione sarà visitabile fino al 10 dicembre Giornata Mondiale dei Diritti Umani che si chiuderà con una cena durante la quale verranno battute all’asta le opere inedite di Mara Damiani e tutto il ricavato verrà devoluto all’associazione Onda Rosa di Nuoro.

Lascia un commento