martedì 15 ottobre 2019, Aggiornato alle 12:52
Home > CRONACA, POLITICA E ATTUALITÀ > Bosa solidale con la comandante Caiazzo in un abbraccio simbolico in consiglio comunale

Bosa solidale con la comandante Caiazzo in un abbraccio simbolico in consiglio comunale

La comandante Luigia Caiazzo (f. P.G. Vaccca)

Con un abbraccio simbolico il sindaco di Bosa, Piero Casula, a nome del consiglio e di tutta la cittadinanza, ha espresso la solidarietà al comandante della guardia costiera di Bosa Marina, Tenente di Vascello Luigia Caiazzo, vittima di insulti e di minacce da parte di sconosciuti. Alcuni giorni fa infatti era stato danneggiato un gommone con le insegne della marina. Poi, in un muro vicino alla sede della Guardia Costiera, era comparso un lenzuolo con delle scritte volgari e minacciose e l’esplicito invito ad andare via. Evidentemente qualcuno non sopporta che si operino dei controlli e, sopratutto, vengano sanzionate le irregolarità e le trasgressioni. Dal canto suo la Comadante Caiazzo ha detto che non si trova a Bosa per reprimere ma, viceversa, per dare consigli ed aiutare a fare le cose bene. La solidarietà della Minoranza è stata espressa dal consigliere Salvatore Sanna. In apertura il Sindaco Casula ha annunciato che il Consiglio Comunale verrà convocato per il 13 settembre a Cagliari, per aderire ad una manifestazione regionale in favore della zona franca, per l’approvazione di un disegno di legge del 98, organizzata da un gruppo spontaneo popolare. Il sindaco Casula ha specificato che vincolerà l’adesione all’accertamento di assenza di speculazione da parte di qualche forza politica. Si è data notizia poi del disegno, da parte dell’Unione dei Comuni, per l’utilizzo dei fondi derivanti dall’avanzo di amministrazione. L’intenzione è quella di mandare avanti il servizio associato di polizia locale. Per quanto riguarda Bosa poi si pensa di istituire uno sportello SUAP, una struttura che dovrebbe snellire le pratiche unificando i centri deputati alle domande. A Bosa Marina, ma al servizio di tutto il territorio, nascerà un centro polisportivo. C’è inoltre un progetto per la sicurezza del territorio, a cura del comando dei Carabinieri di Macomer.

Si tratta di incontri su come informare i cittadini su iniziative o eventi calamitosi. L’assessore Campus ha, nella seduta, illustrato la proposta di prolungare la tassa di soggiorno per tutto l’anno. Di questo si parlerà in una riunione con gli operatori turistici. Alla fine è stato illustrato anche il piano triennale delle opere pubbliche che prevede, tra l’altro, la messa in sicurezza di una parte della città, a partire da piazza Garibaldi, nonché degli edifici scolastici, del palazzo municipale e della biblioteca comunale.

Pier Gavino Vacca

Lascia un commento