domenica 20 ottobre 2019, Aggiornato alle 22:40
Home > CRONACA, POLITICA E ATTUALITÀ > 119 edizione del Redentore. L’emozione di una festa tra sacralità e laicità

119 edizione del Redentore. L’emozione di una festa tra sacralità e laicità

La conferenza stampa sul Redentore 2019 all'Ortobene (foto S.Novellu)
La conferenza stampa sul Redentore 2019 all'Ortobene (foto S.Novellu)

 

Si è tenuta in mattinata la conferenza di presentazione della 119° edizione del Redentore ai piedi del Redentore.

Il sindaco Andrea Soddu ha evidenziato che il Redentore è per tutti i nuoresi un momento di unità, ricordando quegli uomini che issarono sull’Ortobene la statua.

La conferenza stampa sul Redentore 2019 all’Ortobene (foto S.Novellu)

«Due novità quest’anno caratterizzeranno la manifestazione. Nel pellegrinaggio religioso verso l’Ortobene sì rievoca l’usanza antica: le coppie uomo e donna percorreranno l’anello del Monte vestiti in abito tradizionale; mentre l’altra novità è che nella sfilata ci sarà la presenza della banda della Brigata Sassari» ha detto l’assessore al Turismo Rachele Piras.

Gli altri momenti significativi sono il concerto dedicato ai fratelli Francesco e Matteo Pintor (sabato 24) e il 2°memorial di calcio giovanile a Roberto Dore (14- 15 settembre). Un milione e mezzo di euro i soldi messi a disposizione della Fondazione Banco di Sardegna per le associazioni e altre iniziative collaterali-

Consulta il programma

© Tutti i diritti riservati

Lascia un commento