mercoledì 28 ottobre 2020, Aggiornato alle 11:26
Home > CRONACA, POLITICA E ATTUALITÀ > Marijuana, hashish e cocaina gestite tramite Whatsapp: smantellata la banda social

Marijuana, hashish e cocaina gestite tramite Whatsapp: smantellata la banda social

Una parte della sequestrata a Tortolì
Una parte della sequestrata a Tortolì

 

Partite di hashish, marijuana (prodotta in loco) e cocaina ordinate dai clienti attraverso Whatsapp. Il traffico di stupefacenti si svolgeva prevalentemente tra l’Ogliastra e il Cagliaritano.

Blitz all’alba dei Carabinieri tra il Nuorese e il Cagliaritano per smantellare lo spaccio di droga che avveniva tra Arzana, Tortolì e Lotzorai.

L’operazione definita “Whats-drugs” (perché i contatti tra clienti e “fornitore” avvenivano tramite social network prevalentemente Whattsapp) ha visto il coinvolgimento  della stazione di Arzana, della Compagnia di Lanusei insieme ai colleghi dello Squadrone Cacciatori “Sardegna”, dell’11° N.E.C. di Elmas con elicottero AW-109 Nexus e della Stazione Carabinieri di Pirri.

 

Una parte della droga e dei contatti sequestrati a Arzana

Una parte della droga e dei contatti sequestrati a Arzana

 

Le indagini iniziate a maggio del 2018 e terminate dopo otto mesi (dicembre 2018), si sono concluse con misure restrittive da parte della Procura della Repubblica di Lanusei per gli  11 soggetti “social” (quasi tutti con precedenti penali e di polizia in materia di stupefacenti altamente pericolosi) i quali utilizzavano appositi smartphone per gestire il traffico illecito, oltre a scanner e microspie.

Di questi 6 persone denunciate a piede libero mentre sono scattati i domiciliari per Davide Fanni, 22enne residente a Tortolì, già arrestato per possesso di materiale esplodente nello scorso mese di marzo (APPROFONDISCI), il quale era dedito ad una stabile attività di commercio di  droga (32 gli episodi contestati tra acquisti e cessioni). Il 31 luglio 2018 era stato trovato  con100 grammi di hashish.

Droga e materiale per il confezionamento sequestrati a Tortolì

Droga e materiale per il confezionamento sequestrati a Tortolì

Salvatore Domenico Stocchino, 35enne residente ad Arzana, che forniva di consistenti partite di marijuana e cocaina a Fanni, il quale era legato a lui da un consolidato rapporto.

Infine il cagliaritano Fabrizio Loddo, 43 anni residente a Pirri, già condannato per associazione a delinquere finalizzata al traffico di stupefacenti, il quale si riforniva dagli ogliastrini per lo spaccio nella zona di Cagliari.

Obbligo di dimora specialmente nelle ore notturne per il 34enne Giovanni Battista Più (residente a Tortolì), il quale custodiva la droga per Fanni sua abitazione, il 25enne Nicola Porcu (residente a  Villagrande Strisaili ), che gestiva la fornitura della cocaina e, infine, il 23enne Nicola Nieddu (residente a Arzana, sorpreso con oltre un kg di marijuana e 50 grammi di cocaina), personaggio caratterizzato da scaltrezza e spregiudicatezza che confermano la sua pericolosità sociale

I dettagli dell’operazione di oggi nella  quale durante le perquisizioni sono state trovate anche modiche quantità di marijuana sono stati illustrati dal capitano della Compagnia di Lanusei Claudio Paparella e dal Capitano di Arzana Giovanni Collaro.

© Tutti i diritti riservati

 

 

Lascia un commento

error:
× CONTATTACI