Nuoro. La campagna antimalarica degli anni ’50 negli scatti di Wolfgang Suschitzky: da domani all’ex Artiglieria

Nuovo

Nuoro. La campagna antimalarica degli anni ’50 negli scatti di Wolfgang Suschitzky: da domani all’ex Artiglieria

giovedì 04 Luglio 2019 - 16:54
Nuoro. La campagna antimalarica degli anni ’50 negli scatti di Wolfgang Suschitzky: da domani all’ex Artiglieria

Suschitzky. Immissione-di-fumo in un pozzo per eliminare le zanzare adulte, 1950

Si è tenuta questa mattina, nella Biblioteca dell’ISRE in via Papandrea, la conferenza stampa per la presentazione della mostra “Wolf Suschitzky & The Sardinian Project – Le fotografie della campagna antimalarica – Sardegna, 1948 e 1950”, che sarà inaugurata domani, 5 luglio, alle 19,00 nei locali dell’ex artiglieria a Nuoro.

Suschitzky. Alla ricerca delle larve delle zanzare, Cixerri, Siliqua, 1948

Suschitzky. Alla ricerca delle larve delle zanzare, Cixerri, Siliqua, 1948

Paolo Piquereddu, ex direttore dell’ISRE e curatore della mostra, l’attuale presidente Giuseppe Matteo Pirisi, il direttore Manuel Delogu e Marcello Mele, esponente del comitato scientifico hanno illustrato l’imponente lavoro fotografico e cinematografico eseguito da Wolfang Suschitzky, nato a Vienna nel 1912 e vissuto a Londra.

La conferenza stampa all'ISRE sulla mostra di Suchitzky (foto F.Becchere)

La conferenza stampa all’ISRE sulla mostra di Suschitzky (foto F.Becchere)

«Suschitzky arriva in Sardegna nel 1948, curando sia le riprese cinematografiche di un documentario che l’aspetto fotografico di un momento importante nel nostro territorio. La mostra – ha spiegato Piquereddu – racchiude le immagini sulle azioni delle campagne antimalariche che ha visto impegnate in maniera quasi militare circa 32000 persone. Il risultato di questa operazione, chiamata The Sardinian project, fu che i casi di malaria diminuirono enormemente».

Suschitzky. campagna antimalarica in Sardegna

Suschitzky. campagna antimalarica in Sardegna

«Dopo la mostra di Dario Fo – ha detto Pirisi – rivive nuovamente lo spazio dell’artiglieria come spazio d’arte. Nuoro sta diventando centrale nel panorama culturale regionale e non solo: la cultura è una leva fondamentale ed è innegabile l’attrattiva che ne deriva. Da domani saranno 3 le mostre in città: oltre a quella che oggi presentiamo, Guido Guidi al MAN (APPROFONDISCI) e Giuseppe Carta al Museo Etnografico (APPROFONDISCI)».

La mostra di Suschitzky, con circa 200 immagini e una selezione di foto vintage risalenti agli anni ’50 chiuderà i battenti il 30 settembre ed illustrerà uno spaccato di vita fondamentale per la nostra Isola: la guerra chimica alla malaria che il fotografo riporta nelle immagini e nei suoi documentari.

F.Becchere

© Tutti i diritti riservati

Un commento

  1. tonino frogheri 7 Luglio 2019 9:27

    imperdibile.

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta