Successo a Nuoro per la prima edizione dell'Hanami, la festa per la fioritura dei ciliegi

giovedì 20 giugno 2019, Aggiornato alle 11:16
Home > CULTURA E SPETTACOLO > Successo a Nuoro per la prima edizione dell’Hanami, la festa per la fioritura dei ciliegi

Successo a Nuoro per la prima edizione dell’Hanami, la festa per la fioritura dei ciliegi

Sostieni l'informazione libera e indipendente.
Supporta Cronache Nuoresi con una donazione.
Nuoro, prima edizione dell'Hanami
Nuoro, prima edizione dell'Hanami

 

Organizzato dall’Associazione culturale sardo-giapponese MAMMAI Sardinia, si è tenuto sabato 06 aprile 2019, negli spazi del Museo del Costume di Nuoro, il primo HANAMI, la festa per la fioritura dei ciliegi, in Sardegna.

All’evento hanno partecipato centinaia di persone provenienti da tutta l’isola, oltre al sindaco di Nuoro Andrea Soddu, all’assessore alla cultura Sebastian Cocco e al presidente dell’ISRE Giuseppe Pirisi.

Alla comunità giapponese residente in Sardegna, in segno di buon augurio, sono state donate le gallinelle sarde di ceramica, una copia del romanzo di Grazia Deledda Canne al vento e delle bisacce.

Diversi gli streaming con il paese del Sol Levante, con Yuko Oe, Marisan e Giovanna Minopoli (manager di origini nuoresi, da 16 anni in Giappone) e a seguire l’intervento dell’archeologa Maria Ausilia Fadda, utile per apprendere i segreti degli antichi netsuke, bottoni in avorio utilizzati per secoli nel kimono maschile, oramai in disuso. Tra il pubblico anche la studiosa di tradizioni popolari Dolores Turchi.

Yuko Oe in Giappone

Yuko Oe in Giappone

L’evento è stato salutato dal Tenore di Tokyo (che per l’occasione ha ideato e intonato via streaming in limba una strofa ad hoc) e da altri in diverse città, quali Kyoto, Hiroshima e Nara. Sul posto, invece, i giovanissimi del gruppo folk di Nuoro “Bustianu Satta”.

I presenti hanno potuto tuffarsi in un ambiente allestito per l’occasione in stile giapponese, con alberi di ciliegio, un grande torii rosso (portale di accesso al tempio) a vari oggetti tipici. Diversi pannelli informativi collocati nelle varie sale, hanno illustrato l’origine della festa dell’Hanami (fioritura dei ciliegi) e delle arti giapponesi in genere.

MAMMAI Sardinia, inoltre, grazie alla collaborazione con il professor Silvio Calzolari, esperto orientalista dell’Università di Firenze, ha pubblicato lo studio: Questioni di isole Giappone e Sardegna, che tratta proprio delle similitudini che esistono tra Sardegna e Giappone.

Nuoro, prima edizione dell'Hanami

Nuoro, prima edizione dell’Hanami

Si è potuta ammirare la vestizione del kimono giapponese a cura dell’Associazione culturale giapponese Yukari, con Sayaka San e Micky San.

Offerte ai presenti degustazioni di sushi, sashimi, nighiri, uromaki e karage (pollo fritto) e bevande giapponesi (te e sake), con la collaborazione dell’Associazione Italiana Sommelier (A.I.S.) delegazione di Nuoro. Al pomeriggio si è dato vita ai laboratori curati dalla presidente Tiziana Cambone e dagli altri soci di MAMMAI Sardinia, per cimentarsi concretamente nella realizzazione degli origami con la carta washi (apprendendo la figura della Tsuru tipica gru giapponese) e a seguire lo shodo (calligrafia giapponese) con pennelli, inchiostro Sumi e fogli di carta di riso.

Da visitare: la mostra fotografica di Toshikatsu Oe e P., la collezione privata di Kimono Giapponesi risalenti agli anni ‘30 di M.G Moni e A.M. Cau e l’esposizione di bonsai a cura di Graziano Ladu.

© Tutti i diritti riservati

Lascia un commento