martedì 23 aprile 2019, Aggiornato alle 17:35
Home > CRONACA, POLITICA E ATTUALITÀ > Baba non c’è più: Nuoro e il Nuorese si mobilitano per il suo ultimo viaggio in Senegal

Baba non c’è più: Nuoro e il Nuorese si mobilitano per il suo ultimo viaggio in Senegal

Sostieni l'informazione libera e indipendente.
Supporta Cronache Nuoresi con una donazione.

Baba non c’è più. Non lo vedremo più alla mattina, preparare alla vendita i propri articoli in via Manzoni, o alle feste paesane oppure, la domenica, a Orotelli, come faceva da ormai trent’anni.

Una morte improvvisa se lo è portato via venerdì notte.

Occhi grandi e sguardo espressivo e penetrante, amico di tutti – a Orotelli ad esempio, molti lo invitavano a pranzo (compresi gli spuntini), gli regalavano capi di abbigliamento per i suoi sei figli che vivevano in Senegal e che lui accettava con una discreta riconoscenza; interista sfegatato non perdeva occasione per punzecchiare juventini o milanisti .

«Era uno di noi – dice chi lo ha conosciuto – col suo carattere ci ha regalato una grande lezione di vita. La sua morte ci ha toccati nel profondo e ora lo vogliamo aiutare a tornare a casa»

A Nuoro e nei paesi del circondario è scattata così la gara di solidarietà per riportare a casa, in Sengal, le spoglie mortali di un uomo che in tanti anni di duro lavoro ha saputo integrarsi bene nel tessuto sociale.

Una raccolta fondi è stata organizzata a Nuoro presso i Fratelli Spena; a Orotelli al bar De Rosa a Orotelli, a Lodine al circolo Nuovo Pablo; stessa cosa a Sarule e Orgosolo.

S.Nov. © Tutti i diritti riservati

Lascia un commento