martedì 23 aprile 2019, Aggiornato alle 17:35
Home > CRONACA, POLITICA E ATTUALITÀ > Attentati e esplosivo. Ogliastra e Baronia al setaccio dei Carabinieri

Attentati e esplosivo. Ogliastra e Baronia al setaccio dei Carabinieri

Sostieni l'informazione libera e indipendente.
Supporta Cronache Nuoresi con una donazione.

Attentati e armi da esplosivo fanno scattare i controlli in Ogliastra e Baronia.

 Sin dalle prime ore di ieri, 22 marzo 2019, oltre 70 Carabinieri del Comando Provinciale di Nuoro hanno messo al setaccio diverse zone  e attuato decine di perquisizioni in alcune aziende e ovili, alla ricerca di armi ed esplosivo.

In Ogliastra, l’area interessata ha toccato i comuni di Villagrande Strisaili, Talana e Ulassai mentre a sud est i controlli sono stati eseguiti in Baronia principalmente a Galtelli oltre che a Dorgali, Orune, Orgosolo e Oliena. 

Questi territori, negli ultimi mesi, sono stati l’epicentro di una serie di gravissimi episodi caratterizzati da attentati e atti intimidatori contro strutture pubbliche e persone. L’ultimo in ordine cronologico le minacce di morte sulla statale 125 contro l’Arma.

Tra i fatti più gravi, per i quali sono ancora in corso mirate e serrate attività di indagine, si ricordano quelli del 19 gennaio a Torpè dove sono stati trovati ingenti quantitativi di esplosivi da cava. Sempre qua, un mese dopo (il 19 febbraio), è stata rinvenuta  della dinamite tra gli infissi di un seggio elettorale. Ad Arzana domenica scorsa sono scattate le manette per un 23enne per detenzione di  materiale esplodente. Sempre in questa area comunale, il 31 ottobre, è stato recuperato materiale esplosivo e mine antiuomo provento di furto al deposito militare di Campomela.

Irgoli e Orune invece sono stati interessati dagli assalti delle autocisterne del  latte. Nel primo episodio con l’incendio dell’autobotte e il tentativo di immobilizzare il conducente; mentre nel secondo l’autista è stato bloccato e minacciato con un fucile da dei malviventi che poi hanno sversato il contenuto trasportato. Infine  a Galtellì, il 31 gennaio scorso, sono stati esplosi  colpi d’arma da fuoco contro edificio comunale.

Alle attività, hanno preso parte numerose aliquote di supporto dello Squadrone Eliportato Cacciatori Sardegna di Abbasanta e l’ausilio di un elicottero del Nucleo di Olbia.

© Tutti i diritti riservati

Lascia un commento