venerdì 19 aprile 2019, Aggiornato alle 20:49
Home > DALL'ITALIA E DAL MONDO > Dal 2011 calo di bimbi iscritti negli asili comunali: si preferiscono i privati a costi più bassi

Dal 2011 calo di bimbi iscritti negli asili comunali: si preferiscono i privati a costi più bassi

Sostieni l'informazione libera e indipendente.
Supporta Cronache Nuoresi con una donazione.
Asilo nido (immagine simbolo)

A partire dall’anno scolastico 2011/12 si registra un calo dei bambini iscritti nei nidi comunali e convenzionati con i comuni.

Dal 2012 si riducono anche le risorse pubbliche disponibili sul territorio. Nel triennio 2014-2016 rimangono sostanzialmente stabili sia gli utenti serviti sia la spesa dei comuni. “Asili nido e altri servizi socio educativi per la prima infanzia”, pubblicato oggi. Il calo degli utenti – si legge nello studio – riguarda principalmente i nidi comunali gestiti direttamente mentre aumentano le gestioni affidate ai privati, dove i costi medi per bambino a carico dei comuni sono decisamente più bassi.

© Tutti i diritti riservati

Lascia un commento