domenica 21 luglio 2019, Aggiornato alle 18:02
Home > CRONACA, POLITICA E ATTUALITÀ > Nuoro. Giornali e giornalisti messi alla “gogna” dalla Giunta Soddu: l’Opposizione prende le distanze

Nuoro. Giornali e giornalisti messi alla “gogna” dalla Giunta Soddu: l’Opposizione prende le distanze

Sostieni l'informazione libera e indipendente.
Supporta Cronache Nuoresi con una donazione.

 

Dal presidente del consiglio comunale Fabrizio Beccu, in occasione dell’ultima seduta pubblica, a esponenti della Giunta (a cui hanno fatto eco alcuni consiglieri) sui social: gli attacchi alla stampa, oramai, sono sempre più frequenti da parte della Maggioranza rappresentata dal sindaco Andrea Soddu.

L’Opposizione consiliare (rappresentata  anche dagli ex Leonardo Moro e Pier Luigi Saiu) prende le distanze da questo modo di fare politica attaccando l’informazione, che, compie solo un dovere: “raccontare la verità”. Una verità (anche se a volte scomoda) senza compiere né sciacallaggio e tantomeno non verificando le fonti all’origine in quanto, si ricorda, che gli organi di informazione sono prima di tutti vigilati dall’Ordine professionale e se dovessero compiere queste due azioni sarebbero subito chiamati a risponderne anche penalmente.

Sull’argomento scrive Leonardo Moro “l’ultima sortita del Presidente del Consiglio comunale di Nuoro, avvocato Fabrizio Beccu, deve far riflettere sull’intero mandato guidato da questo gruppo di giovani, con a capo il Sindaco Soddu.  Appena gli si presenta qualche problema si rifugiano scaricando colpe sul passato o attaccando gli oppositori dal palazzo, chiusi e arroccati a presidio delle proprie poltrone. Non c’è più alcuna rappresentanza e men che meno autorevolezza. Beccu e le sue stizzite e scomposte dichiarazioni sono l’ennesima prova di questo clamoroso fallimento. Sì assiste inoltre ad una continua e inquietante operazione di screditamento degli organi di stampa condotta anche sui “social”, senza mai affrontare i rilievi, le osservazione e le critiche legittimamente mosse, senza tener conto che l’informazione non fa altro che registrare il sentire comune».

Sulla stessa linea d’onda sono anche i Sardisti: «Il gruppo consiliare nuorese composto dalle consigliere Claudia Camarda, Viviana Brau e dal consigliere Graziano Siotto, prende le distanze dalle parole e dai toni utilizzati dal Presidente del Consiglio Comunale Fabrizio Beccu contro i professionisti dell’informazione».

Infine Pierluigi Saiu fresco di nomina come consigliere regionale si esprime sui social in questo modo: «L’attacco che il presidente del Consiglio comunale di Nuoro ha rivolto nei giorni scorsi alla stampa è molto grave. Mi sarei aspettato dal sindaco Andrea Soddu una severa critica, che però non è arrivata».

So.Meloni

© Tutti i diritti riservati

Lascia un commento