mercoledì 16 gennaio 2019, Aggiornato alle 18:30
Home > CRONACA, POLITICA E ATTUALITÀ > Timbrava il cartellino e andava al bar: dipendente comunale denunciato dalla Guardia di Finanza

Timbrava il cartellino e andava al bar: dipendente comunale denunciato dalla Guardia di Finanza

Sostieni l'informazione libera e indipendente.
Supporta Cronache Nuoresi con una donazione.
Il Comando Provinciale della Guardia di finanza (foto S.Novellu)
Il Comando Provinciale della Guardia di finanza (foto S.Novellu)

 

A dispetto delle regole che disciplinano il pubblico impiego, si allontanava abitualmente dal posto di lavoro in assenza di plausibili ragioni di servizio. Timbrato il cartellino in entrata, attestando così la propria presenza sul posto di lavoro, si allontanava senza autorizzazione, omettendo la timbratura in uscita in modo da far risultare, almeno sulla carta, la propria presenza e non subire le conseguenti decurtazioni dallo stipendio, come attestato dalle indagini effettuate dagli investigatori.

L’attività investigativa degli uomini della Tenenza della Guardia di Finanza di Siniscola (a conclusione di una complessa indagine delegata e coordinate dalla Procura della Repubblica di Nuoro), attraverso l’utilizzo di immagini estrapolate dalle telecamere poste a presidio degli ingressi della struttura incrociate con i dati di registrazione degli accessi e delle presenze in servizio, confermate dai pedinamenti effettuati anche nel corso dei quotidiani servizi di pattugliamento del centro abitato, ha consentito di far emergere il comportamento illecito di un dipendete del Comune di Siniscola.

Questi, durante le assenze non autorizzate dal luogo di lavoro, a piedi o in auto, si dedicava ad attività di carattere privato, come per esempio ripetute e prolungate soste al bar, passeggiate e commissioni varie, con la conseguente interruzione del servizio  lavorativo e del danno d’immagine per lo stesso Comune, fatto che non ha tardato a saltare all’occhio.

A carico del dipendente assenteista è stata evidenziata una “responsabilità amministrativa per danni erariali” con conseguente denuncia anche alla Procura Regionale della Corte dei Conti.

© Tutti i diritti riservati

Lascia un commento