martedì 16 luglio 2019, Aggiornato alle 16:01
Home > CRONACA, POLITICA E ATTUALITÀ > Nuoro. Muso duro dell’Opposizione sulla presentazione del Bilancio e alla fine abbandona l’aula

Nuoro. Muso duro dell’Opposizione sulla presentazione del Bilancio e alla fine abbandona l’aula

Sostieni l'informazione libera e indipendente.
Supporta Cronache Nuoresi con una donazione.
Il Comune di Nuoro (foto S.Novellu)
Il Comune di Nuoro (foto S.Novellu)

 

Come da previsione, durante il Consiglio comunale tenutosi oggi si è assistito a un duro scontro tra Maggioranza e Opposizione, con il presidente del consiglio Fabrizio Beccu costretto più volte a intervenire per invitare l’aula ad abbassare toni e moderare i termini.

Dopo quattro ore di Consiglio fiume, l’assessore al bilancio Giuliano Sanna non ha potuto illustrare il documento previsionale per il muso duro portato avanti dalla Minoranza che poi, al momento della presentazione del documento, ha abbandonato l’aula.

Il Consiglio comunale sul Bilancio di previsione (foto S.Novellu)

Il Consiglio comunale sul Bilancio di previsione (foto S.Novellu)

L’Opposizione, infatti, poco prima dell’inizio dell’assemblea ha presentato una pregiudiziale sul fatto che il Consiglio dei revisori  non abbia espresso un proprio parere sullo schema di bilancio. L’inizio dei lavori è  stato aperto dall’intervento di Pierluigi Saiu che ha evidenziato come il «mancato parere dei revisori dei conti e la riapprovazione di alcuni documenti contabili non fa sussistere i presupposti per illustrare il bilancio».

Il consigliere Pierluigi Saiu (foto S.Novellu)

Il consigliere Pierluigi Saiu (foto S.Novellu)

A questo punto è  intervenuto il consigliere, nonché presidente della Commissione bilancio, Claudia Camarda, la quale ha evidenziato l’illegittimità di quanto compiuto dalla Minoranza nell’inviare tramite pec a ciascun revisore, la richiesta di un loro parere sul bilancio, quando oltretutto erano riuniti in camera di consiglio. Secondo il consigliere, infatti è stato violato il lavoro dei revisori come organismo.

Il Consigliere Claudia Camarda (foto S.Novellu).jpg

Il Consigliere Claudia Camarda (foto S.Novellu)

Il consigliere Basilio Brodu, prendendo parola e in modo piuttosto concitato, ha precisato: «ho inviato io stesso le Pec ai singoli revisori e non c’è alcuna norma che lo impedisca» il tutto  appoggiato da Leonardo Moro, Nicola Porcu e Mara Sanna.

Il Consigliere Basilio Brodu (foto S.Novellu).jpg

Il Consigliere Basilio Brodu (foto S.Novellu)

Dopo un tira e molla fatto di pause di sospensione da parte della Maggioranza per analizzare la pregiudiziale (respinta con 13 voti, 8 favorevoli e due astenuti) e diversi alterchi fomentati specialmente da Saiu, Camarda e Giovanna Zedde, e la presentazione di una nuova pregiudiziale da parte della Minoranza, con la  quale si è evidenziato come alcuni documenti del bilancio comunale siano stati modificati alle 16,00 di questo pomeriggio, proprio nel momento in cui Sanna si accingeva a illustrare il bilancio, la Minoranza ha abbandonato l’aula tra gli applausi sarcastici della Maggioranza.

© Tutti i diritti riservati

 

Lascia un commento