“Arte e scienza in gioco” 2018. Arzana protagonista del Festival: 2700 i ragazzi coinvolti

Sonia

“Arte e scienza in gioco” 2018. Arzana protagonista del Festival: 2700 i ragazzi coinvolti

giovedì 24 Maggio 2018 - 10:58
“Arte e scienza in gioco” 2018.  Arzana protagonista del Festival: 2700 i ragazzi coinvolti

"Arte e festa in gioco" la conferenza di presentazione

Arzana, la comunità Ogliastrina ai piedi del Gennargentu con 2.600 abitanti, sarà protagonista dal 31 maggio fino al 3 giugno, del festival “Arte e Scienza in Gioco”  dove i protagonisti saranno i 2.700 ragazzi che hanno aderito alla manifestazione L’evento ideato e organizzato da Comune di Arzana e Associazione Iklos, è stato ufficialmente presentato ieri mattina nel Municipio di Via Monsignor Virgilio, alla presenza del sindaco Marco Melis, di Giovanna Loddo, dell’Unione dei Comuni d’Ogliastra e Fondazione Sardegna.

« I ragazzi e i bambini, sono gli attori principali di questo evento – ha affermato il sindaco Marco Melis salutando gli ospiti – che al secondo appuntamento è già diventato tradizione. Loro stanno riassumendo appieno lo spirito del festival e di questo paese che si apre all’esterno e guarda avanti. Il livello scientifico è sempre di qualità per questo abbiamo pensato a un percorso più completo, scommettendo anche sui progetti artistici che ci permetteranno di fare crescere il rapporto con i visitatori, le scuole e i divulgatori. In questi mesi di formazione i ragazzi si sono cimentati nella comunicazione e sono nate figure nuove come quelle degli animatori dei boschi, nostra grande risorsa a pochi passi da Arzana»

Per Rosalba Deiana sindaco di Elini e Andrea Piroddi presidente dell‘Unione dei Comuni d’Ogliastra «il Festival è un viaggio nella scienza che appassiona tutti i ragazzi che partecipano, un’esperienza che ci consente d’investire nei nostri giovani». Alla conferenza ha preso parte anche Andrea Rubiu vice preside del I.I.S. Leonardo Da Vinci” di Lanusei. Proficuo come sempre, infatti, nella ormai tradizione del Festival, il rapporto con scuole, con un parterre di istituti da tutti i paesi dell’Unione dei Comuni d’Ogliastra che anche quest’anno finanzia l’intero evento. Protagonisti sono loro gli alunni degli Istituti Scolastici: “I.I.S. Leonardo Da Vinci” di Lanusei, “Istituto comprensivo di Lanusei”, “Istituto comprensivo Grazia Deledda” di Ilbono, “Istituto comprensivo Emilia Pischedda” di Bari Sardo, IPSIA Tortolì, IANAS Tortolì, Istituto di Istruzione Superiore I.T.I. Tortolì, Liceo Scientifico “E. Lussu” Sant’Antioco.

Il programma. l tema scelto dagli organizzatori è quello dei “nodi, delle reti e dei legami“. Gli studenti ne hanno sviluppato in questi mesi il loro personale significato, in un percorso di formazione che li ha impegnati durante l’anno scolastico e che li ha portati a preparare laboratori, organizzare conferenze, dibattiti e spettacoli, per migliorare la loro idea di legame, rete e nodi usando metodologie stimolanti e accessibili a tutti. Il programma della manifestazione è ricco e variegato, ci saranno i grandi maestri della comunicazione scolastica a cominciare da Alessio Perniola, divulgatore scientifico e formatore professionista. Perniola porterà nuovamente ad Arzana il suo metodo di comunicazione innovativa della scienza con le sue tipiche caratteristiche di originalità e interattività. Giorgio Dendi, ideatore dei giochi di matematica oltre che allenatore della squadra italiana, continuerà a divertirsi e divertire con i numeri divulgando il suo metodo. Con “Matematica sarai nostra” ha preparato i ragazzi ai campionati nazionali. Silvia Serreli professore associato in Tecnica Urbanistica e Pianificazione Territoriale presso il Dipartimento di Architettura Design e Urbanistica (DADU) dell’Università di Sassari, porterà le sue competenze in materia d’integrazione dei richiedenti asilo e dei rifugiati. Linda Marconi, psicologa clinica, laureata presso l’Università degli Studi di Padova esperta nel campo delle dipendenze parlerà ai giovani del fenomeno e dei pericoli che nasconde. La formazione molecolare sarà trattata Edoardo Fiorillo, il biologo che riveste il ruolo di responsabile della sede dell’Istituto di Ricerca Genetica e Biomedica del CNR di Lanusei. Un ricco palinsesto tra conferenze, spettacoli, e presentazione di libri caratterizzerà la quattro giorni con un target da zero a 99 anni: “Ubriachi di scienza” è la conferenza spettacolo di e con Alessio Perniola,  “Dalle vecchie alle nuove dipendenze, dalla cura alla prevenzione” è il seminario a cura della psicologa Linda Marconi, “Fate il nostro gioco” è il talk di TAXI1927 con Diego Rizzuto, la presentazione del libro di Paolo Montaldo “H&J”, o ancora “IncoScienza” la conferenza spettacolo di Ramon Pilia e “Il complesso network che ci governa” la conferenza di Edoardo Fiorillo sono gli appuntamenti da non mancare. Presenti tutti gli istituti scolastici di Lanusei, quasi quaranta laboratori studiati e realizzati da studenti e docenti dalle scuole ogliastrine saranno visitabili da giovedì 31 maggio e venerdì 1 giugno dalle 9:00 alle 18:00, sabato 2 giugno dalle 9:00 alle 13:00. Novità di questa edizione per domenica 3 giugno sarà nel bosco San Cristoforo di Arzana.  Gli studenti faranno da guide e animatori nei percorsi naturalistici e nei laboratori scientifici. Sarà anche giornata di street food solo con prodotti locali. infine  Tante le attività che prenderanno parte al Festival: dalla strategia degli scacchi alla creatività dei laboratori k, fino all’interpretazione nei giochi di ruolo. Ci sarà anche la ludoteca all’aperto di “Ajò a Giogai” con quasi 100 Giochi da Tavolo e una team di esperti animatori pronti a farveli giocare.

© Tutti i diritti riservati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta