mercoledì 30 settembre 2020, Aggiornato alle 9:51
Home > SPORT > Nuorese sconfitta da un Trastevere ordinato e cinico

Nuorese sconfitta da un Trastevere ordinato e cinico

Una grossa delusione nel giorno in cui i tifosi ricordavano la figura dello storico supporter Nico Fadda

Nuorese: Frasca, Pingitore, Tupponi (25’st Soumarè), Danese, Bianchi, Messina, Cadau, Pisanu, Cappai (46’pt Alonzi), Verachi, Fall (1’s7 Del Sole). A disposizione: Matzuzi, Bagaglini, Biagiotti, Pusceddu, Zocchi, , Nuovo. Allenatore: Marco Mariotti

Trastevere: Apruzzese, Menichetti, Venditti, Gissi, Sbardella, Paolacci, Panico, Mastromattei, Cicino (30’st Taviani), Lorusso (7’st Fiori), Cinque. A disposizione: Dosmi, Merli, Battaiotto. Allenatore: Sergio Pirozzi.

Arbitro: Marco Ricci di Firenze Assistenti: Pietro Lattanzi di Milano e Daniele Usai di Oristano

Marcatore: 41’st Paolacci

Ammoniti: Bianchi, Pingitore, Paolacci, Gissi e Apruzzese

Note: Angoli 4-5, recupero 2′ e 4′, giornata di sole, terreno in buone condizioni, spettatori circa 1000

Nuoro – Il calcio è cosa nota, è uno degli sport dove, nell’arco di una gara, gli episodi incidono maggiormente. E così ha ragione mister Mariotti  a definire la prestazione della Nuorese contro il Trastevere non troppo diversa da quella contro il Flaminia della domenica prima.

È cambiato il risultato perché stavolta anziché festeggiare una vittoria la Nuorese esce dal Frogheri sconfitta da un avversario ordinato e cinico, incredibilmente sopravvissuto a due calci di rigore, e capace di trovare il colpo del ko in una partita che sembrava incanalata sullo 0-0. Nuorese molto sfortunata ma la giornataccia di Roberto Cappai non basta a giustificare una sconfitta che è arrivata anche per qualche mancanza della squadra, in balia dell’avversario nella prima mezz’ora e poco incisiva nel resto della partita dove il solo Cadau è stato in grado di creare qualche grattacapo agli ospiti.

La cronaca: Mariotti lascia in panchina Alonzi, a sostegno di Cappai ci sono Verachi che agisce da trequartista e Tupponi che si posiziona alto sulla fascia destra, in mediana con Bianchi e Fall si registra il ritorno di Pisanu, in difesa il sacrificato è Bagaglini e si rivede Pingitore che va a formare il quartetto arretrato insieme a Messina, Danese e Cadau.

Il Trastevere, che in settimana ha compiuto una vera e propria rivoluzione con 4 acquisti e 8 partenze, si presenta a Nuoro con appena 16 effettivi. Mister Pirozzi schiera i suoi con il 4-3-3 dove trova spazio come terminale offensivo il neo arrivato Luigi Cicino, vecchia conoscenza del calcio sardo, supportato da Cinque e Lorusso, in mediana dirige Gissi.

La gara si apre con Cappai che riceve da rimessa laterale e si presenta davanti ad Apruzzese, provvidenziale l’intervento di Paolacci che induce l’attaccante nuorese all’errore. È però solo un fuoco di paglia: la prima mezz’ora è di chiara marca ospite anche se i romani faticano non poco a creare occasioni. Al 14’ Cicino impegna Frasca con un tiro potente e centrale dai 20 metri che il portiere verdeazzurro alza in corner. Sugli sviluppi la difesa respinge, al limite dell’area arriva Gissi che ci prova con il destro, la palla scheggia il palo esterno prima di terminare la sua corsa sul fondo, Frasca era comunque sulla traiettoria.

Per vedere la Nuorese bisogna scollinare la mezz’ora: Cappai viene messo giù all’altezza del lato corto di sinistra e guadgna un calcio di punizione. Va a battere Verachi, Messina spizza verso la porta incontrando la deviazione con il braccio di Paolacci. Per l’arbitro è rigore e per la Nuorese potrebbe essere la svolta dopo un avvio sofferto. Sul dischetto va Cappai che non angola il tiro, Apruzzese intuisce e respinge. La Nuorese comunque prende coraggio e continua a spingere, il Trastevere inizia a vacillare e a quattro minuti dal termine arriva una nuova occasione: Cappai si invola sulla destra e mette un traversone basso per Verachi, Apruzzese è bravo ad anticipare il fantasista nuorese, la palla giunge a Fall, il portiere ospite lo affronta e lo mette giù in area: altro calcio di rigore.

Sul dischetto di ripresenta Cappai che prova a cambiare l’angolo calciando però nuovamente centrale, Apruzzese para anche stavolta nell’incredulità generale. Cappai ha un gesto di stizza che gli costa un infortunio, si spera non grave, che lo costringe a lasciare il campo in favore di Alonzi prima del duplice fischio.

La ripresa si apre con Del Sole al posto di Fall, successivamente Mariotti inserirà Soumarè al posto di Tupponi, Nuorese che non cambia assetto tattico, l’unica mossa del tecnico romano è lo spostamento in avanti di Cadau e l’arretramento di Tupponi sulla linea dei difensori. Il collega Pirozzi fa quello che può inserendo Fiori e Taviani al posto di Lorusso e Cicino quando questi hanno esaurito le energie.

L’avvio del secondo tempo è promettente con Cadau che va vicino al gol in due occasioni: prima al 3’ quando, lanciato in contropiede da Pisanu si ritrova tutto solo davanti ad Apruzzese, ancora una volta bravissimo a chiudere lo specchio in uscita. Dieci minuti dopo azione personale del fantasista di Ottana, che riceve sulla destra, si accentra e prova la conclusione mancina verso il secondo palo. Palla fuori.

La Nuorese è tutta qui, da qui alla fine succede ben poco (un colpo di testa di Danese alto sugli sviluppi di un corner) e mentre la gara sembra destinata a un pareggio a reti inviolate, a 4’ dalla fine arriva la beffa: su un’azione di alleggerimento Cinque viene atterrato all’altezza del lato corto di destra da Soumarè. È punizione. Sulla palla va lo stesso fantasista che calcia verso l’area piccola, sulla corta respinta della difesa verdeazzurra il primo ad avventarsi è Paolacci che trafigge Frasca reagalando la vittoria ai suoi.

Per la Nuorese una grossa delusione nel giorno in cui i tifosi ricordavano la figura dello storico supporter Nico Fadda scomparso 20 anni fa, le buone notizie arrivano dagli altri campi dove si realizzano risultati favorevoli che lasciano la classifica invariata.

Il presidente Artedino ha annunciato che in settimana potrebbero esserci novità sul fronte mercato.

Lascia un commento

error:
× CONTATTACI