Omicidio nel pomeriggio nelle campagne di Jerzu: allevatore freddato nei pressi del proprio ovile

Nuovo

Omicidio nel pomeriggio nelle campagne di Jerzu: allevatore freddato nei pressi del proprio ovile

mercoledì 12 Gennaio 2022 - 20:07
Omicidio nel pomeriggio nelle campagne di Jerzu: allevatore freddato nei pressi del proprio ovile

Un omicidio è stato compiuto nel pomeriggio in località “Pelau”, nelle campagne di Jerzu.

La vittima è un 38enne, Riccardo Muceli, allevatore di Gairo freddato nei pressi del proprio ovile, dove aveva appena terminato di accudire il bestiame.

L’allevatore stava viaggiando a bordo della propria auto, quando è stato colpito da due colpi di arma da fuoco. Sul posto è arrivata un’equipe del 118, a cui era stato segnalato un incidente stradale. Il personale medico ha provato a rianimarlo, ma non c’è stato nulla da fare.

Sul luogo dell’agguato, il primo del 2022 nell’Isola, sono intervenuti i Carabinieri della locale stazione che, posti i sigilli nella zona, hanno avviato le indagini, coordinate dal pm Gualtiero Battisti. Ora si cercano elementi per ricostruire le ultime ore della vittima e non si esclude alcuna pista, neanche che il fatto di sangue possa essere collegato agli ultimi omicidi avvenuti a Gairo tra il 2014 e il 2015, quando sembrava che in paese si fosse scatenata una faida. Il 21 dicembre 2015 era stato ucciso Simone Piras, un allevatore di 33 anni martoriato da tre fucilate a pallettoni, il 27 luglio dello stesso anno con due fucilate a distanza ravvicinata era stato freddato Massimiliano Langiu, allevatore di 27 anni. Ma prima ancora nel novembre 2014 erano caduti in un’imboscata altri due allevatori: Aldo Caboi, 63 anni, morto dopo una settimana di agonia, e Fabrizio Ligas, di 33, ferito ma scampato alla morte. Gli inquirenti, al momento, mantengono il più stretto riserbo.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta