Oliena. La denuncia del Sindaco: “Siamo senza medici, ci sentiamo presi in giro”

Sonia

Oliena. La denuncia del Sindaco: “Siamo senza medici, ci sentiamo presi in giro”

martedì 28 Dicembre 2021 - 12:09
Oliena.  La denuncia del Sindaco: “Siamo senza medici, ci sentiamo presi in giro”

Il sindaco di Oliena Bastiano Congiu (foto S.Novellu)

A Oliena sul fronte delicatissimo dell’assistenza sanitaria la misura è colma.  Alla vigilia del nuovo anno tutte le promesse fatte dalla Regione per il 2021 che si può  definire l’annus horribilis della sanità rimangono tali.

A oggi il paese con una popolazione di settemila abitanti è rimasta con un solo medico di base e senza guardia medica.

«E come tutte le promesse al vento sono rimaste solo le parole, sempre più vuote di significato se avvicinate alla realtà del paese e dei tanti centri non solo del Nuorese. Nel frattempo l’emergenza si acuisce e con poche speranze di vedere la luce». dice il sindaco e prosegue: «È brutto da dirsi ma ci sentiamo presi in giro. Dall’apparato amministrativo in primis che un giorno sì e l’altro pure sconfessa quello che annuncia l’assessore Nieddu.  Ci ha parlato della pubblicazione dei bandi, lo ha promesso in un incontro pubblico ma assistiamo al nulla assoluto».

Il primo cittadino  raccoglie impotente per l’ennesima volta il malcontento della popolazione: «Ci era stato garantito l’istituzione di un servizio di Guardia medica H24 in quei paesi come Oliena dove la situazione è più critica ed invece si vie ne a sapere che non viene coperto adeguatamente neanche l’ordinario. Continuo a sostenere che l’apparato amministrativo dell’assessorato alla Sanità non segue le indicazioni date da Nieddu, che pur essendosi mostrato disponibile ad ascoltare le esigenze dei sindaci dovrebbe alzare maggiormente la voce verso i suoi più stretti collaboratori e se è il caso avere il coraggio di sostituirli».

«Nei mesi scorsi abbiamo avuto interlocuzioni anche con alcuni medici disponibili a prendere servizio a Oliena, gli abbiamo proposto anche dei locali comunali come sede ambulatoriale gratuita, in modo da venire incontro sulle spese, ma è chiaro che finché la regione non dispone i bandi per la copertura delle sedi vacanti, altro noi non possiamo fare».

Sostieni l'informazione libera e indipendente di Cronache Nuoresi

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta