Il presidente Solinas: “Bankitalia conferma la validità delle nostre scelte politico-amministrative”

Sonia

Il presidente Solinas: “Bankitalia conferma la validità delle nostre scelte politico-amministrative”

mercoledì 24 Novembre 2021 - 17:21
Il presidente Solinas: “Bankitalia conferma la validità delle nostre scelte politico-amministrative”

Il presidente della Regione Christian Solinas (foto S.Novellu)

«La Giunta Regionale ha adottato scelte forti e coraggiose per sostenere il tessuto economico sardo nella fase piu’ critica, riuscendo ad arginare gli effetti non solo della pandemia sanitaria, ma anche di quella economica».
Lo afferma il Presidente della Regione Christian Solinas, commentando positivamente il report pubblicato da Bankitalia, che attesta un netto miglioramento complessivo del sistema economico sardo nel primo e secondo trimestre dell’anno, a testimonianza, dice il Presidente Solinas, della validità degli interventi strutturali messi in campo dalla Giunta per contrastare la crisi di famiglie e imprese. La Sardegna, ricorda il Presidente, si è distinta come la Regione italiana che ha investito maggiori risorse proprie per combattere la crisi, anche con strumenti innovativi di aiuto diretto, nonché con azioni congiunte con il sistema creditizio, che hanno consentito alle imprese non solo di resistere alle difficolta’ del momento, ma anche di programmare un rilancio nel breve termine. Abbiamo affrontato con successo una stagione turistica che si annunciava gravata da molte incognite, raggiungendo numeri paragonabili all’era pre-covid; i dati riportati da Bankitalia peraltro, prosegue il Presidente Sardo, non tengono ancora conto dei numeri relativi alla parte più significativa della stagione estiva, dai quali ci aspettiamo nuove positive indicazioni. Abbiamo sostenuto il tessuto delle grandi imprese ma senza trascurare quello, fondamentale, costituito dalle piccole e medie, che rappresentano la base più forte e sana del nostro sistema produttivo. Abbiamo attuato, prosegue il Presidente, una serie di interventi per garantire un sistema di ammortizzatori sociali che ha salvaguardato molti posti di lavoro. Con la legge recentemente approvata dal Consiglio Regionale, proposta dalla Giunta, abbiamo raggiunto tutte quelle categorie che, per vari motivi, erano rimaste fino ad ora escluse dal sostegno pubblico.
Tutti i settori produttivi registrano segni di ripresa, in alcuni casi particolarmente significativa. Il recuperò è evidente nei servizi, che hanno beneficiato della ripresa della domanda nel turismo, ma si è rafforzata anche la domanda per le aziende nei settori alimentare, chimico, nell’edilizia. Sono aumentati, sottolinea il Presidente, gli investimenti dei privati e si e’ registrata una forte espansione del settore delle opere pubbliche, finalmente sbloccato e in forte ripresa.

«Migliora anche il mercato del lavoro, dice il Presidente Solinas, che registra un aumento degli occupati, cosi’ come i consumi delle famiglie e quindi il commercio e i trasporti. Nei porti e negli aeroporti sardi, il traffico e’ aumentato di oltre il 50% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente».
È il momento, aggiunge il Presidente Solinas, di imboccare tutti insieme la strada della ripresa, di ritrovare unita’ di intenti tra tutte le forze politiche e sociali, per proseguire il percorso virtuoso e assicurare benessere economico e progresso alla Sardegna, con il rilancio di tutti i settori produttivi.

«Bankitalia prevede per i prossimi mesi un quadro ancora più favorevole, potendo la Sardegna contare, sottolinea il Presidente, sul sostegno straordinario delle risorse comunitarie che saranno indirizzate al rafforzamento e all’ammodernamento delle infrastrutture, dei trasporti, delle attività produttive. Senza trascurare, conclude il Presidente Solinas, tutti gli sforzi ancora in atto, e che devono essere moltiplicati, nella campagna vaccinale, la cui efficacia è testimoniata da una situazione epidemiologica nettamente migliore rispetto al quadro generale».

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta