“Sardegna isola sicura”. Lunesu e Doria: “Ingiustamente blindata”

Sonia

“Sardegna isola sicura”. Lunesu e Doria: “Ingiustamente blindata”

Sonia |
venerdì 26 Marzo 2021 - 13:03
“Sardegna isola sicura”. Lunesu e Doria: “Ingiustamente blindata”

Controlli al termoscanner

I senatori Michelina Lunesu e Carlo Doria (Lega Psd’Az) hanno presentato un ‘interrogazione con risposta scritta al ministro della Salute Roberto Speranza sulla ingiusta retrocessione della Sardegna dalla zona bianca a quella arancione specialmente alle soglie delle vacanze pasquali.

«Abbiamo evidenziato come, a differenza di altre regioni ancora alla ricerca di un’uniformità di metodo e di azione nel contrasto alla pandemia, la Regione Sardegna ed il suo presidente Christian Solinas hanno, già dal dicembre del 2020, promosso un atteggiamento di ricerca proattiva dei possibili portatori asintomatici del virus, con la campagna “Sardi e Sicuri”. Un grande sforzo a tutt’oggi non compreso, che ha obbligato migliaia di attività commerciali e di imprenditori a richiudere dopo aver faticosamente lavorato nel rispetto delle indicazioni sanitaria, adeguando i loro esercizi. Non chiediamo sconti o scorciatoie, ma solo il riconoscimento della realtà, soprattutto di quella epidemiologica, la quale dice che la Sardegna merita rispetto, ascolto e non algoritmi o fredde valutazioni dicono i consiglieri e ribadiscono: «La Regione ha anzitutto provveduto ad attivare in pochissimo tempo più di 300 nuovi posti letto dedicati ai pazienti affetti da COVID-19, il che ha reso possibile l’ospedalizzazione di tutti i pazienti le cui condizioni lo richiedevano, come dimostra il fatto che la percentuale di posti letto occupati per COVID-19 è molto bassa (il 14 per cento in terapia intensiva e l’11 per cento negli altri reparti non intensivi».

I senatori evidenziano come: «L’incremento dell’indice Rt a 1,08 è molto limitato ed influenzato da eventi riferibili al passato, in un contesto di bassa incidenza e con un intervallo di confidenza a cavallo dell’unità (0.97-1.2) ».

Nell’interrogazione si chiede: “se il governo non ritenga di adottare tutte le iniziative di propria competenza finalizzate a collocare il territorio sardo in zona “bianca”, dal momento che la strategia di contenimento dell’emergenza epidemiologica adottata dalla Giunta regionale ha permesso di gestire la medesima emergenza senza mettere a rischio la salute dei cittadini e senza comprimere o limitare le attività sociali ed economiche”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta