Vaccini: somministrata la seconda dose agli operatori AOU di Sassari

Nuovo

Vaccini: somministrata la seconda dose agli operatori AOU di Sassari

Nuovo |
mercoledì 03 Febbraio 2021 - 08:40
Vaccini: somministrata la seconda dose agli operatori AOU di Sassari

La postazione vaccini all'AOU di Sassari

Ieri pomeriggio si è conclusa la somministrazione delle seconde dosi di vaccino anti Covid-19 ai dipendenti dell’AOU di Sassari e ai dipendenti delle ditte esterne che lavorano all’interno delle strutture ospedaliere aziendali.

A essere vaccinati sono stati 3.767 operatori, per un totale di 7.534 dosi, tra prima e seconda somministrazione. Giovedì, invece, saranno vaccinati circa 150 medici specializzandi assunti di recente.

«Nei tempi previsti, secondo il calendario che ci siamo dati – afferma il commissario straordinario dell’AOU, Antonio Spano – abbiamo provveduto a vaccinare tutti gli operatori sanitari della nostra azienda e quelli delle ditte esterne che hanno dato la loro disponibilità. Un lavoro impegnativo che, con un investimento nel nostro stesso personale, ci ha permesso di assicurare il rispetto degli obiettivi per arrivare, nell’arco di un mese, alla copertura degli operatori».

Per il direttore sanitario Bruno Contu «è stata compresa l’importanza di questo momento, un percorso che, oltre ai sanitari, deve portare alla protezione delle categorie più deboli, degli anziani in particolare, e di tutta la popolazione in generale».

L’AOU, dopo la somministrazione della prima dose, ha avviato uno studio valutativo su 350 operatori sanitari e dipendenti delle ditte esterne (selezionati random) per monitorare la risposta anticorpale dopo la prima e la seconda dose. In questo caso viene utilizzato il test sierologico Elisa che consente di identificare i livelli di IgM e IgG (quest’ultimo utile a capire il livello di risposta protettiva, cioè i livelli di anticorpi che contrastano l’antigene virale). A gestire lo studio sono il dottor Antonello Serra, direttore della Sorveglianza sanitaria dell’AOU di Sassari, e il professor Paolo Castiglia, direttore della struttura Igiene e controllo infezioni ospedaliere, che assieme stanno coordinando le vaccinazioni anti Covid in azienda.

«I dati raccolti dieci giorni dopo la somministrazione della prima dose – affermano i coordinatori della vaccinazione anti Covid – dimostrano che il 74% del campione di studio ha già maturato una risposta anticorpale significativa. Ci attendiamo che dopo la seconda dose raggiunga i livelli rilevati negli studi di riferimento capaci di prevenire, con un’efficacia del 95%, il numero di casi sintomatici di Covid».

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta